Menu & Search
Betty Page Boudoir | Salotto della moda in da town

Betty Page Boudoir | Salotto della moda in da town

Chicca del centro storico genovese, luogo di incontro di passato e futuro, punto di riferimento delle genovesi per i loro outfit da cerimonia, ma anche per gli abiti da indossare tutti i giorni…così, per andare sul sicuro in fatto di stile.

Betty Page Boudoir
Via Luccoli 53r
+39 3474857379

Facebook | Instagram
Lu | 16.00 – 19.00
Ma – Sa | 10.30 – 14.30; 16 – 19.00

Prezzo 30 – 300€

Partiamo dalla storia

Betty Page in onore della grandiosa icona vintage: pin-up americana, modella, artista a 360 gradi, donna rivoluzionaria. E Boudoir? Perché si presta ad una duplice interpretazione: “salotto d’incontri”, nell’accezione classica, e “bordello”, in senso provocatorio, in linea con il luogo in cui si colloca, i caruggi, un tempo fiorenti di case d’appuntamenti.
Fiorella, che ha tirato su la saracinesca del suo negozio nel 1996 in Via Ravecca, è da sempre appassionata di intimo d’antan e questa sua passione ben si è sposata con l’intento di creare quel luogo di femminilità ricercata, dove il vintage ed il contemporaneo si mescolano per una giusta rappresentazione della donna moderna, intellettuale, “sensuale dentro”, mai volgare.
Ad un certo punto il negozio di Via Ravecca è diventato troppo stretto e si è trasferito pochi anni fa in Via Luccoli, senza perdere la sua caratteristica di salotto raccolto e caldo.
Qui le vetrine sapientemente curate da Fiorella fanno rallentare anche le persone coi ritmi più serrati. Genovesi, turisti, donne di tutte le età: difficile rimanere indifferenti alla selezione di abiti e accessori esposta.

Suoniamo il campanello?

Certamente! E ad accogliere Carola e me c’è proprio Fiorella, con la sua forte personalità ed i mille aneddoti mondiali da raccontare. Black music in sottofondo, di cui lei è massima cultrice, tripudio di paillettes in pieno clima di festeggiamenti, ed una miriade di abiti e accessori colorati.

Inizialmente Betty Page nasceva come negozio vintage, ma oggi qui potete trovare abiti di tendenza scelti qua e là nei viaggi di Fiorella, che è spesso in giro per fiere e si occupa di cool hunting per alcuni noti stilisti haute couture. Vive la moda in maniera trasversale: epoche diverse, diversi stili, tutto nell’ottica di tirare fuori il bello delle donne che si rivolgono a lei e che lei ama soddisfare. Gli accessori sono ordinatamente disposti su mensole, ma gli abiti appesi sono davvero tanti e bisogna prendersi un po’ di tempo per “sfogliarli” tutti.
E così ho deciso di divertirmi un po’ e di vestire la mia barbie Carol con un tailleur super contemporaneo, morbido e fluido, dalle linee pulite, di uno splendido marrone rosato.

Poi mi sono detta: perché non creare un outfit allegro e luminoso per una Polly Pocket come me? Ed eccomi in posa per voi, sulla scala di questo meraviglioso luogo di perdizione.

Betty Page, il marchio

Le idee di Fiorella sono in continuo divenire e oltre alla selezione vintage ed ai capi contemporanei, tiene una linea di stivaletti da lei disegnata. In pelle, minimal, colorati e confortevoli. Nella foto sopra ne indosso un paio viola, anche se i miei preferiti in assoluto rimangono quelli fragola. Si fa concreta l’ipotesi che in un futuro prossimo la produzione a marchio Betty Page si ampli, riguardando abiti oltre che accessori e noi la attendiamo trepidanti!

Vi terremo informati sulle prossime sfilate, già che Fiorella ne ha organizzate di bellissime negli anni, scegliendo location underground – come la stazione di Pegli ed il Fitz Carraldo – e location più esclusive come per la sfilata di questo mese al Melià.
Intanto sogno di rivederla in consolle in vetrina a mettere black music come ai tempi di Via Ravecca e resto pronta a scoprire per voi le prossime sorprese che ha in serbo per la città.


All images © 2019 Carola Pisano