Menu & Search
I CANOVACCI: non solo un ristorante

I CANOVACCI: non solo un ristorante

È sabato mattina e una passeggiata nei vicoli è d’obbligo. Il tempo è grigio ma fa un caldo insolito per essere fine ottobre ed è piacevole camminare a testa in su, con tranquillità, tra i meravigliosi palazzi dei Rolli. Prendendo una traversina che scende da via Garibaldi, ci si ritrova in Vico del Ferro e da lì Via dei Macelli, uno dei centri pulsanti dei vicoli genovesi, via commerciale della vecchia Genova. Qui potrete scovare drogherie di una volta, antiche pollerie e macellerie centenarie dai banconi di marmo intarsiati.

I Canovacci
Via dei macelli di soziglia 60 | Genova

010 098 5417
Facebook | Instagram

Tutti i giorni | 9–15.30 / 17.30–19
Prezzo | Pranzo 20-25 €

Idea di ristorante-bottega

In questo posto magico, dove il tempo sembra essersi fermato, vi potrete facilmente trovare davanti a questo localino niente male, dal nome orecchiabile e pieno di significato “I Canovacci”. 

Le vetrine sono meravigliose. Antiche bilance piene di polenta, paioli di rame riempiti di zucche ornamentali, i famosi canovacci protagonisti indiscussi. Tutto invita ad entrare. Di per sé non da l’idea di essere un ristorante, se non fosse per i tavoli sparsi qua e là, ma di una drogheria/spaccio stile retrò.

Varcata la soglia gli occhi saranno inevitabilmente attratti, modalità calamita, dal mobile grigio azzurro riempito di barattoli di vetro contenenti legumi, spezie e farine di ogni tipo, dai svariati colori e dai mille profumi. Il tutto ha qualcosa di mistico. L’idea nasce proprio dal concetto di ristornate/bottega dove puoi pranzare o cenare (quest’ultima su “commissione” solo per un numero di persone superiori a 12) ma puoi anche acquistare i vari prodotti in esposizione provenienti da produttori locali.

Il menù e i suoi racconti

A darci il benvenuto le due proprietarie, sorelle e colleghe, Alessandra e Federica, con il loro sorriso sfavillante e un’accoglienza degna di nota, tutt’altro che genovese, che mettono subito a proprio agio. 

Ci raccontano che la conduzione del locale è familiare, e a differenza dell’ordinario comune vecchio stampo, dove si immagina che sia la donna a dover stare in cucina, qui ci pensano gli uomini, e il risultato è ottimo.

Accompagnati al nostro tavolo consultiamo incuriositi il menù che varia ogni giorno in base ai prodotti stagionali: i piatti, infatti, non sono molti. Otto sono le proposte principali. Questo ci fa capire l’attenzione per la materia prima e la sua reperibilità al fine di regalarci piatti gustosi, attenti e di qualità.

Gambe sotto il tavolo: si mangia

Le nostre scelte, sono come sempre tutte differenti. Un sandwich di pane bianco con cotoletta siciliana, pomodori e maionese alla paprika per il goloso Toni. Torta salata di pere radicchio e ricotta della Val Trebbia con contorno di verdure per la salutista Carola. Stoccafisso in umido su letto di riso Thai e fagiolini per l’innovativo Dima. Una zuppa di lenticchie e fagiolini con crema di zucca per me, la solita amante del comfort food. 

Ora si passa ai dolci, anche quelli preparati da loro. Abbiamo assaggiato un cremoso allo yogurt e cocco con cioccolato fondente, una torta morbida di pere, cioccolato e ricotta, canestrelli con passito e baci di dama a non finire!

Complimenti allo Chef Biagio, ci ha conquistati!!

Curiosità sul nome

Letteralmente con la parola Canovaccio si intende un taglio di tela grossolana usato come asciugamano o strofinaccio da cucina: dove ora nasce il ristorante precedentemente vi era un negozio di stoffe, e qui i ritagli di tele avanzate venivano trasformati nei famosi canovacci.

L’altro significato che ha spinto le proprietarie a sceglierlo è quello teatrale: in teatro, la parola canovaccio, identifica il riassunto di una storia divisa in scene, dove vengono indicati i personaggi e i fatti, ma non le battute.

Essendo, inoltre, una parola semplice, orecchiabile di qualcosa che comunemente si trova in cucina ecco la scelta!

Consigliatissimo per coppie, amici, famiglie con bambini, turisti, genovesi doc e chiunque abbia piacere di gustare una cucina ligure ma con spunti attuali e innovativi! 

I Canovacci vi aspettano per rallegrare i vostri palati!!


All images © 2019 Carola Pisano