Arte & Design: Le 3 mostre da non perdere a Milano nel mese di Dicembre 

In Goude we trust | Jean-Paul Goude

Jean-Paul Goude, famoso creatore di immagini francese, ha lavorato con CHANEL per molti anni, creando films, fotografie, immagini, disegni … ecc. Probabilmente hai già visto una delle sue immagini, forse senza renderti conto che era sua. Come il famoso scatto androgino di Grace Jones, in cui lei ha una sigaretta in bocca. Jean-Paul Goude è noto per il suo bisogno di esagerare, distorcere, tentare forme di perfezionismo in tutte le sue opere. Ispirato al cinema, alla danza, ecc. Nella mostra troverai naturalmente i principali progetti della sua collaborazione con CHANEL, ma anche alcune delle opere più importanti del suo percorso artistico personale.
Si sta chiudendo con l’anno 2019, quindi non perderlo!

Palazzo dei Giureconsulti
Via dei Mercanti 2 | Milano


Fino al al 31.12.20
19


The falseness of holes  | Alexandra Domanović

Non mi piace fare foto di mostre. Quando utilizzo il mio smartphone, mi sembra di non vedere o interiorizzare i pezzi. Ma, per questa mostra site-specific, devi effettivamente prendere il tuo smartphone. Altrimenti non vedrai nulla! Questo lavoro virtuale – visibile  con il software necessario – può cambiare forma, dimensione o contesto. Questo dipenderà da te! Domanović scelse un’opera dell’artista defunto Medardo Rosso (1858-1928) come centro del suo “esperimento”. Grazie alla Realtà Aumentata assisteremo alla tradizionale pratica scultorea e all’innovazione tecnologica che si fondono, aprendo possibilità che non erano disponibili al tempo di Medardo Rosso. Sfidandoci a esplorare i confini delle sculture contemporanee.

GAM Galleria d’Arte Moderna
Via Palestra 16|Milano

Fino al 06.01.2020


Rhu / Soul | Maïmouna Guerresi

Maïmouna Guerresi è un’artista multimediale italiana che utilizza un mix di fotografia, scultura, video e crea anche installazioni. Sebbene sia nata in una famiglia religiosa cattolica, si è convertita all’Islam con un forte orientamento sufi.Devo ammettere che ho dovuto cercare “ sufi “su Google .Ma poiché ci sono frequenti riferimenti al credo  “sufi” nei suoi lavori, è utile sapere cosa significa. Quindi eccoci qui: “Il sufi è una pratica musulmana specifica con un carattere mistico e ascetico che pone l’uomo al centro dell’universo, in relazione diretta con il divino”. Significa che il suo lavoro esplora questa spiritualità (Rhu = Soul) .In questa mostra puoi unirti a questa esplorazione attraverso otto scatti di formato grande e molto grande (alcuni lavori di altezza superiore a 3 metri), un video e alcune installazioni.

La galleria delle Officine dell’Immagine
Via Carlo Vittadini 11 | Milan
o

Fino a 18.01.2020