Menu & Search

Camminando per le strade di Milano abbiamo incontrato tanti compagni di viaggio. Alcuni nati e cresciuti a Milano, altri arrivati da un po’ più lontano. Tutti con storie e prospettive diverse, ma con la voglia di condividere e raccontare sul blog Le Strade di Milano tutte le loro scoperte. Permetteteci di presentarci!

Ti piacerebbe lavorare con noi?

scopri come


Martina

Sono Martina e gli amici qui al nord mi chiamano Lamarti. Sono di Napoli e vivo a Milano da 10 anni. Designer e crowdfunding expert di professione, foodie, sea & book lover nel tempo che mi resta (a Milano si lavora tanto!).

Amo i cani, ma ho un coniglio che si chiama Pippo  il che contraddistingue la mia personalità. Amo le contraddizioni e sono convinta che nella vita non esista solo il bianco o il nero, ma che le sfumature siano la parte più interessante della vita stessa. Mi piace vivere la città, esplorarla e scoprirne qualcosa di nuovo ogni giorno. Il bello di Milano è tutto qui, cambia e si trasforma di continuo. In questo blog vi aiuterò a scoprire i luoghi nascosti e non convenzionali della città, dai cortili segreti ai nuovi place-to-be per cocktails e brunch.

Cose senza cui non posso vivere | il cioccolato, il mare e un posto nel mondo dove sentirmi a casa

Caffè preferito a Milano | Caffè Napoli… che è un po’ come dire che a Milano il caffè fa schifo 

Strada preferita | Via Torricelli. La mia prima casa era lì e i ricordi più belli della mia vita sono legati a questa via. A parte i sentimentalismi, è una via carinissima e ci sono due locali che hanno fatto la storia di Milano: il cortile interno di Frizzi & Lazzi dove andare a bere birrette nelle calde sere d’estate e il Brutto Anatroccolo dove mangiare la cotoletta alla milanese e un tiramisù davvero spaziale per pochi euro

Cosa mi fa sentire Milanese | Quando gli amici e gli amici degli amici mi chiedono consigli su dove andare a cena a Milano o cosa fare di bello nel weekendC


Cora

Napoletana di nascita (l’accento ve lo può confermare) vivo a Milano da quasi 10 anni. Della città amo i ritmi frenetici – sono una donna del sud un po’ atipica -, i mezzi pubblici, la sua dimensione di piccola metropoli e la sensazione che ci siano sempre tante cose da fare. 

Lavoro nel mondo del design, ho un nome strano e tanti capelli. Maniaca dell’ordine, aspirante pollice verde e con una passione per tutto quello che un essere umano può indossare: borse, giacche, gioielli, impermeabili da caccia alle balene, insoliti copricapi piumati e tanto altro ancora.

Mi piace curiosare, scovare posti nuovi o posti molto vecchi, in cerca di oggetti che raccontino una loro storia o in grado di raccontare un po’ la mia. 

Cosa senza cui non posso vivere | La mia agenda, ci annoto praticamente qualsiasi cosa. Rigorosamente cartacea, stesso modello stesso formato settimanale da 15 anni. Senza sono completamente persa! 

Caffè preferito a Milano | La pasticceria Sissi in Piazza Risorgimento. Consiglio brioche salata, spremuta e lettura del giornale nel dehors.

Strada/Piazza preferita | Piazza Gae Aulenti. I riverberi della luce, le nuvole e i tramonti riflessi sulle vetrate della Torre Unicredit non smetteranno mai di incantarmi.

Cosa mi fa sentire Milanese | Andare di mattina presto a gonfiare le ruote della bicicletta al pit-stop di Rossignoli in Corso Garibaldi.


Inge

Ciao! Sono Inge de Boer, ma magari mi conosci anche come Food in the Streets. Nel 2012 mi sono trasferita da l’Aia (Olanda) a Milano dove ora organizzo food tours (personalizzati) ed eventi legati al cibo. Spero di vederti presto a Milano!

Cosa senza cui non posso vivere | Cibo, un bel libro, città non troppo grandi, una vacanza in montagna e (ovviamente) la mia famiglia

Caffè preferito a Milano | Fino a qualche mese fa avrei detto il bar sotto casa, ma avendo conosciuto Hug Milano, posso solo dire che quello è il mio posto favorito per prendermi un caffè. 

Strada/Piazza preferita | Via Conte Rosso in Lambrate, preferibilmente visto dal lato nord, guardando verso sud che ti fa vedere la chiesa in fondo e ti fa sentire in un borgo. L’unica cosa che manca in quella via sono bar carini che abbiano dei tavoli all’aperto. 

Cosa mi fa sentire Milanese | Mi piace incontrare amici per un caffè o aperitivo in un bar. Pranzi o cene a casa di amici non si fanno.


Giulia

Piacere, sono Giulia!
Di dove sei, Milano Milano?
Non proprio, un pochino più a nord, più vicina alle montagne e ai laghi, ma da sempre attratta da Milano e dalle sue molteplici possibilità.

Nel corso dei miei studi in architettura mi sono avvicinata al mondo della fotografia e dell’illustrazione, passioni che porto ancora con me e che cerco di coltivare nel tempo libero.

La cosa che mi piace di più è viaggiare: dal week end fuoriporta a poche ore di treno, all’avventura dall’altra parte del mondo, per me è sempre una scoperta e un’emozione di cui non posso fare a meno.

In questi anni ho visto Milano cambiare moltissimo, e in meglio, mantenendo però inalterato il suo animo austero, di chi seduce ma non ostenta: è solo qui che mi sento a casa.


Pietro

Sono nato a Monza, abito a 10 minuti da Milano e sono uno studente di ‘Chimica e Tecnologie Farmaceutiche’ presso l’Università del Piemonte Orientale. Sono un maniaco dell’ordine, adoro la pizza, sono appassionato di arte e mi piace esprimermi grazie ad essa. 

Ballo Hip Hop da quando avevo 14 anni, suono la chitarra, mi piace viaggiare, esplorare nuovi luoghi, ascoltare la storia delle persone che incontro e documentare tutto grazie alla fotografia e il film-making.

Instagram | Facebook | Vimeo


Simone

Nato e cresciuto a Milano da padre Brianzolo e madre Bolognese, Fotografo per Passione, Business Analyst per necessità… oppure il contrario? Innamorato delle Arti Visive e Musicali, adoro scoprire e riscoprire la mia città in tutte le sue sfaccettature; dalle mattinate caotiche nel traffico cittadino,  alle serate da girovago per locali.

Nei miei scatti aspiro a catturare dettagli urbani e l’armonia dei gesti delle persone che mi circondano.

Facebook | Instagram


Maria Chiara

Ingegnere civile convertita al mondo dell’automotive, cancerino testardo e lettrice compulsiva, tra le mie mille passioni ho scoperto la scrittura. Un’agendina preziosa sempre in borsa e perle alle orecchie sono i miei amuleti.

Girandolona per passione, iperattiva dalla nascita e runner spietata, mi godo ogni giorno come fosse un regalo e mi stupisco ancora della bellezza dei tramonti. Dall’armadio esplosivo e dagli abbinamenti arditi sin da bambina ho sempre cercato il dettaglio non convenzionale per una moda che sia bellezza e divertimento. Torinese d’adozione, il verde è il mio colore, la follia e l’incoscienza le mie maestre, viaggiare uno stato mentale.

Cose senza cui non posso vivere | Le mie scarpe da running, una t-shirt bianca in cotone, un rossetto rosso ed un romanzo. Sull’isola deserta mi basteranno.