Menu & Search
Orto e Porto – La spesa e le ricette di Settembre

Orto e Porto – La spesa e le ricette di Settembre

Ok, probabilmente con il mondo eco/green/veg/light/healty io ho proprio poco da spartire, mangio parecchio e male e, nonostante me ne vergogni un pochino ( forse neanche poi tanto ), sono un grande fan dei vari McDonald’s, Burger King e dei polli geneticamente modificati di KFC. Tutto questo mi escluderebbe a prescindere A) da questo blog B) dal provare qualsiasi forma di iniziativa che abbia a che fare con il KM 0 e via dicendo, e invece NO! Mi piace tenere il piede in due scarpe e se ogni tanto i sensi di colpa si fanno sentire mi riservo, senza vergogna, qualche slancio etico, come questa volta che, fallita la prova costume, io e il Brad Pitt Sabaudo ( Fabio, in arte, @fabiofacose ), ci siamo fatti una spesa su Orto e Porto e poi una cena a lume di candela e Barry White.

Orto e Porto
www.ortoeporto.it

Facebook | Instagram

Prezzo | 1kg di patate 1€ / Pomodori 2.50€
Codice sconto | 5LESTRADEDITORINO | 5€ di sconto su una spesa minima di 20€

Orto e Porto sorry what?

Allora, famo un bignami introduttivo su cosa/chi/come/perchè stiamo parlando, Orto&Porto è una startup super giovane creata da due fratelli con un’idea semplice, sulla carta, cioè quella di creare una forma di mercato, inteso proprio quello con bancarelle e gente che strilla, digitale, cioè di dare la possibilità tramite il webbe di acquistare comodamente prodotti alimentari di vario genere e farseli recapitare direttamente a casa dal produttore stesso; questo il vero punto di forza di Orto e Porto, creare una linea diretta tra il produttore e il consumatore e dare la possibilità a tutti coloro che acquistano di avere informazioni sulle aziende e sul prodotto stesso.

Sostanzialmente basta con pomodori provenienti dal kazakistan e fichi prodotti a fukushima che magari sono pure buoni ma anche no grazie.

orto e porto

Fare la vostra spesa su Orto&Porto è facile, veloce e intuitivo. Entri, scegli la zona di consegna, scegli cosa vuoi magnà, paghi e, Dlin-Dlon, in un paio di giorni melanzane Pé TUTTI!

Ah, piccola considerazione, vista la natura del progetto, non vi aspettate di andare li e trovare la disponibilità dell’esselunga ovviamente, i prodotti seguono dinamiche stagionali, di raccolto e disponibilità, dunque possono variare di tipologia e quantità.

Ora visto che io e quel caravaggio di @fabiofacose siamo dei cuochi fantastici ( DONNE ACCORRETE ), rapida infarinata culinaria su quello che ci siamo fatti nel nostro tetè-a-tetè.

Prima di tutto la spesa :

  • Melone
  • Zucchine
  • Melanzane
  • Pomodori
  • Olio
  • Orecchiette trafilate al bronzo
  • Basilico
  • Fichi
  • Fagiolini

Abbiamo poi integrato qua e la con altri prodotti poiché, in quel momento non disponibili su orto e porto, lo confessiamo!

orto e porto

Clerici spostati…

Come antipasto abbiamo optato per una bruschetta con robiola, fichi e crudo.

Ricetta semplice che se ben impiattata raccogliete tanti limoni che vi consumate:

Vi prendete una bella fetta di pane casereccio, di quelli con il crostone tipo, e la passate su una griglia bella calda, quando sarà tostato e quando casa vostra sarà piena di fumo, togliete dal fuoco e fate scottare i fichi. Sul pane ci fate una spalmata di robiola schiacciata con un trito di erba cipollina, poi una bella fetta di crudo sopra, i fichi grigliati e un goccio di miele ( bella pè Vale l’amica mia che fa il miele )! To, belle che fatto!

orto e porto

Con il primo vi avverto, si limona meno, aglio ci vuole e ce ne vuole anche un TOT.

Liguria vieni a me, orecchiette pesto patate fagiolini, banale? Forse, but, meglio una cosa semplice che cagate che non sappiamo cucinare.

Il pesto va pestato poche balle ( purtroppo ), quindi mortaio, aglio e PESTA, basilico e PESTA, sale grosso e PESTA, pinoli e PESTA, quando il tutto sarà bello pastosto, giù di olio come se non ci fosse un domani, poi parmigiano.

Fate sbollentare patate e fagiolini e unite le orecchiette ( occhio ai tempi di cottura ) scolate, unite al pesto e bom, che vi devo dire non bisogna essere Cracco per fa na pasta al pesto però è buona!

orto e porto

Secondo con sensi di colpa, tortino light di melanzane e zucchine, tipo una parmigiana ma molto più triste.

Affettate melanzane e zucchine e fate a dadini la mozzarella, in uno stampo di alluminio di quelli piccoli tipo muffin andate giù di strati, prima zucchine poi melanzane poi pomoro poi mozzarella e parmigiano. Via così fino in cima, infornare e tenere d’occhio, noi siamo andati a caso con i tempi di cottura e alla fine Botta di culo!

Consiglio: fate spurgare un pò le melanzane dopo tagliate, coprite di sale e poi lasciatele sotto peso per 30min minimo.

Dolce, tipo estivo anche se fuori ci sono ormai 14 gradi, sorbetto al melone.

Tritate circa 600g di melone nel mixer se siete poveri e nel bimby se avete i soldy.
Fate sciogliere 200g di zucchero in 250ml d’acqua, fate bollire dieci min.

Unite polpa di melone e sciroppo di zucchero e mettete in freezer.

Per amalgamare al meglio ogni 1.30 ore togliete il sorbetto da freezer, passatelo nel mixer e ricacciatelo al fresco, ripetere per minimo 4 ore. Se non avete voglia, come me, lo tirate fuori e appena ammorbidito lo tritate e servite. ‘ncòppa anice stellato per fare i fighi.

orto e porto

Insomma, comunque ci dovete mettere del vostro comunque, altrimenti andatevene a mangiare fuori e chiusa la faccenda, ma se avete voglia di lavorare e mangiare prodotti buoni, coltivati con attenzione e etica lavorativa, a km 0 e con la comodità di non dover neanche smettere di guardare Temptation Island per poterli acquistare, beh, Orto&Porto fa per voi. 

E se dopo siete stanchi de magnà e vi sentite dei panzoni fuori forma / fuori fase e probabilmente lo siete anche, Marta QUI vi racconta come stare puliti dentro e belli fuori!

Cià.


All images © 2019 Fabio Rovere