centro storico roma

Centro storico

Si dice in giro che il centro storico di Roma sia il più grande del mondo. Noi di questo non abbiamo la conferma, ma una certezza la stringiamo: che le strade che uniscono Piazza del Popolo, il Ponte Vittorio Emanuele II, Bocca della Verità e Piazza della Repubblica – e che rappresentano i nostri punti cardinali di riferimento per questo piccolo distillato di felicità – sono le più belle del mondo! Soprattutto da esplorare insieme.

Colazione

Canova Tadolini | Via del Babuino, 150/a

Solo Roma ci offre la possibilità di fare colazione circondati da modelli preparatori, statue  e strumenti del mestiere di uno dei massimi esponenti del Neoclassicismo italiano e del suo allievo prediletto. E tale possibilità ha un nome e un indirizzo: questo.

Red La Feltrinelli | Via Tomacelli, 26

Appassionati di caffè e libri, questo indirizzo è per voi! Perfetto per una colazione sfiziosa (anche la seconda della giornata) o uno spuntino veloce, tra tavoli di legno inondati di luce, un servizio cordiale e una selezione di classici e nuove uscite.

Pasticceria De Bellis | Piazza del Paradiso, 56/57
Per esteti e buongustai, questo posto è tanto minimal nel design, quanto colorata nei dolci, che sono una vera gioia per gli occhi, per il gusto, per il cuore. Per i tradizionalisti, segnaliamo anche degli eccellenti croissant. 

roma cosa fare in centro

Caffè

Sant’Eustachio | Piazza di S. Eustachio, 82

Nato come torrefazione nel 1938, con il tempo, la qualità e la lungimiranza imprenditoriale, è diventato un incrollabile punto di riferimento per il buon caffè capitolino. Due varianti sono deliziose: il Gran Caffé e il Gran Cappuccino.

Roscioli | Piazza Benedetto Cairoli, 16

Apprezzato per la qualità dell’offerta, l’originalità del suo “ristorante-salumeria” e la croccantezza leggendaria della pizza bianca, oggi ci stupisce anche per le sue rivisitazioni gourmet del maritozzo, in cui tuffarsi nel bar su Via dei Giubbonari.

Pranzo

Barnum Cafe | Via del Pellegrino, 87

Con i suoi muri con mattoni e il suo stile “cozy”, ci regala un angolino di New York dritto nel centro storico. Molti lo scelgono come ritrovo da aperitivo e dopo cena, noi lo consigliamo per tutto: anche per la pausa pranzo. Occhio alla – e sulla – lavagna!   

Supplìzio / Via dei Banchi Vecchi, 143
Si incontrano le due anime di Roma: la tradizione della friggitoria e l’ironia verace. Quella “gourmet” ce l’aggiunge lo chef Arcangelo Dandini, con la sua missione di garantire una rivisitazione gustosa e mai banale del supplì (anche in versione veg).  

Ciao Checca / Piazza di Firenze, 25-26

Non sarà famosa come la carbonara/cacioepepe/gricia, ma anche la pasta alla Checca è nel ricettario della nostra cucina classica.. E la potrete gustare in questo posticino dietro Campo Marzio, che si fa araldo della filosofia slow street food.

ViVi Bistrot | Piazza Navona, 2

Più conosciuto forse per la sua sede storica di Villa Pamphili, ha aperto un avamposto nel centro ormai da qualche anno. Accomodatevi sui tavolini vicino alle finestre o nell’androne dello storico Palazzo Braschi… il pranzo leggero e sfizioso è servito, in una cornice magica!

Shopping

Be C – Be Curious  | Piazza Benedetto Cairoli, 11

In queste stanze variopinte, la curiosità fa rima con viaggio. E non si trovano solo dei vestiti, la boutique fa anche una magia: ci teletrasporta in giro per il mondo, attraverso gli stili dei decenni passati, proposti in chiave contemporanea. Attenzione ai dettagli e agli accessori. 

Officine Roma |Via della Stelletta, 21

Pezzi unici, colorati, comodi e ricercati, da indossare per ogni esplorazione urbana, presente e futura. Perchè ci piace: le tendenze e le collezioni base “essenziali” si mescolano con ritmo e con grazia. Equilibrio, mix e stupore. 

Co.Ro. Jewels / Via della Scrofa 52

Gioielli ispirati all’architettura, marmi e velluti: ecco la peculiarità di questo atelier-boutique, in cui vi accolgono Costanza e Giulia raccontando, con grazia e competenza, di come il Gasometro si sia trasformato in un iconico anello. Per un’architecture-à-porter quotidiana e preziosa.  

Dana Concept Store | Via del Pellegrino, 167

Mettete una selezione ricercata di brand di moda sotto il tetto di una piccola chiesa del 1400, in una delle vie più suggestive a ridosso di Campo dei Fiori, aggiungete un pizzico di arte contemporanea… et voilà, la bellezza si indossa! 

Market dell’Hosteria del Mercato / Via Bocca di Leone, 46

Ieri mercato rionale, oggi bio market ispirato al Queens Road Farmers’ di Londra, vende cibi naturali, organici e sostenibili. Ideale per fare la spesa di primizie dopo uno spuntino nel locale adiacente, in stile giardino rinascimentale.

Tè e teiere | Via dei Banchi Nuovi, 37

Tutti gli amanti del té segnino questo indirizzo: si respira l’Oriente ma anche il Nord Europa tra gli scaffali, che ospitano 140 prodotti pregiati. Selezionati con amore da Alessandra: fidatevi della sua esperienza e professionalità. 

Cultura

Via Margutta

A via Margutta si riscopre una “Roma Sparita” a metà tra La Dolce Vita e il Neorealismo. Laboratori artigiani, botteghe, negozi di antiquariato e gallerie d’arte la impreziosiscono come un caleidoscopio. 

Museo Carlo Bilotti | Via Fiorello La Guardia, 6 

Dove un tempo si organizzavano le feste dei principi Borghese e si ricoveravano gli agrumi per la stagione invernale, ora si trovano opere di Manzù, De Chirico, Warhol, mostre ed eventi culturali. Perla rara da esplorare, a Villa Borghese.

Merenda

ZUM  Roma / Piazza del Teatro di Pompeo, 20

Dal fascino della tradizione all’allure millennial in un boccone… di tiramisù. Artigianali, classici, creativi, ma anche senza glutine e lattosio: la gioia è fatta di cose semplici come zucchero, uova e mascarpone, appunto!

Colbert | Villa Medici, Viale della Trinità dei Monti

Per una pausa dolce o una merenda, anche l’occhio vuole la sua parte. E quella offerta da Colbert, ospitato dentro Villa Medici, è anche doppia: la location sì, ma anche la vista che abbraccia carezzevole tutta la città.

Librerie

Booktique | via della Stelletta, 17

Un po’ wunderkammern e un po’ concept store, apre le sue porte a quanto di meglio le ultime tendenze del design, della cultura e del lifestyle possano lanciare. Dai “coffee table books” ai complementi d’arredo, fino a prodotti eco-sostenibili. Presente pure al Museo MAXXI e presto online!

Otherwise / via del Governo Vecchio, 80

Se c’è un luogo internazionale in cui i #booklovers possono realizzare i propri desideri, è questa libreria: sulle mensole, graphic novel, saggistica, volumi di narrativa, di seconda mano, edizioni particolari e anche classici italiani. In lingua, of course.

centro storico roma librerie

Aperitivo

Baccano | Via Delle Muratte, 23

Con i suoi ambienti che richiamano i bistrot parigini anni ‘50, la sua offerta di bar-à-huitres e il suo cocktail bar da premio (nel 2019, è tra i 100 migliori locali del mondo), si conquista decisamente un angolo del nostro cuore!

Retrovino | Via d’Ascanio, 26 A

Enoteca di uno dei ristoranti più interessanti nel panorama enogastronomico romano che, con la sua rosa di etichette di piccoli produttori, formaggi, salumi e insalate selvatiche, può arrivare in tutta Roma grazie al servizio di “Retrodelivery”.

Cena

Luciano | Piazza del Teatro di Pompeo 18, Roma

In un piatto di carbonara si possono trovare milioni di storie. E quella di Luciano, dietro Campo dei Fiori, è fatta di stella Michelin, di devozione per la qualità e per la tradizione. Tra Italia e Città del Capo. Lasciatevi incuriosire… e servire. 

Retrobottega / Via della Stelletta, 4

“Prima la pancia, poi la testa”: se la filosofia del ristorante fosse uno slogan, sarebbe questo; se fosse una parola: “dialogo”. Perché Giuseppe Lo Iudice e Alessandro Miocchi con allevatori, contadini e artigiani parlano, sempre, per trovare insieme soluzioni creative e sane. E anche i loro piatti parlano!   

Liòn / Largo della Sapienza, 1

Una cucina d’impatto a firma del giovane Chef Luca Ludovici, un look che gioca tra velluti e ori curato dall’arch. Daniela Colli e signature cocktails da gustare al bancone: questi gli ingredienti dosati a regola d’arte per esaltare il food a 360°.

Tutti i consigli nel Centro storico di Roma