Le mostre da vedere a Roma a marzo 2020

Dalla Tunisia della Catzaras alla Instanbul in bianco e nero di Ara Güler, passando anche per la Beirut di Basilico: questo mese le mostre che vi consiglio su Roma ci fanno viaggiare un po’ per tutto il bacino mediterraneo. Mentre da Raffaello alla street art di Mr Klevra, il viaggio riguarderà davvero anche il tempo. Insomma: ce ne è per tutti i gusti. Venite con me? E ricordate: se andate a visitarne una o ne trovate qualcun’altra di speciale: taggateci sull’Instagram! @lilasupernova @lestradediroma.

#1 Carthage ou la memoire des pierres. Fotografie di Marianne Catzaras

Oggi il lavoro da freelance mi impedisce di andare in Tunisia fisicamente, ma non con il pensiero (per fortuna). Ed ecco che, grazie alla mostra fotografica “Carthage ou la memoire des pierres” di Marianne Catzaras, un salto riesco a farcelo, in Tunisia. Next stop? Cartagine. E il perché, lo condivide direttamente l’autrice: “Visitare le civilizzazioni passate significa costruire delle passerelle, inventare un altro paese, quello di una lunga ospitalità”. E a noi costruire passerelle piace, come esplorare il valore profondo della cultura del Mediterraneo, la voglia di credere nella diversità e nel mescolare le tracce.

Rampa imperiale – Foro Romano
via della Salara Vecchia 5/6 | Roma
fino al 29 marzo 2020


#2 Ostile – Mr Klevra

Se passeggiate per le strade del Pigneto e alzate gli occhi al cielo, potreste imbattervi in un gioiello della street art capitolina: uno stupendo viso di Maria interpretata da Margherita Caruso nel film Il Vangelo Secondo Matteo. Se capitate al Contemporary Cluster vicino Largo di Torre Argentina a partire dal 13 marzo, potrete visitare una mostra che vede proprio nei gioielli e nella street art i suoi due ingredienti principali. Ma cosa (o meglio: chi) lega questi mondi in apparenza così lontani? L’autore delle opere di street art: Mr Klevra, (street) artist celebre sulla scena romana per le sue icone artistiche impreziosite dalla falsa calligrafia che mischia ebraico, aramaico antico, arabo e gotico dallo stile unico.

Contemporary Cluster
Palazzo Cavallerini Lazzaroni, Via dei Barbieri 7 | Rome
Dal 13 Marzo 2020 al 12 Aprile 2020


#3 Gabriele Basilico | Metropoli

In Gabriele Basilico | Metropoli è la città, con il suo paesaggio antropizzato, il suo sviluppo, le sue stratificazioni storiche, i suoi centri e i suoi margini a venir impressa nella pellicole di uno dei maggiori protagonisti della fotografia italiana e internazionale. Questa mostra si articola in cinque grandi capitoli (“Milano. Ritratti di fabbriche 1978-1980”, “Sezioni del paesaggio italiano”, “Beirut”, “Le città del mondo”,“Roma”) dove le opere vengono esposte assieme a una biografia illustrata che attraverso brevi testi, immagini e video racconta il percorso artistico e professionale di Basilico. Che sia in Italia o all’estero, che venga immortalata negli anni Settanta o Duemila, è la città ad esserne la protagonista. E io non posso fare a meno di consigliarvela.

Palazzo delle Esposizioni
Via Nazionale, 194 | Roma
fino al 13 aprile 2020


#4 ARA GÜLER

Dalla Tunisia della Catzaras alla Istanbul in bianco e nero di Ara Güler, passando anche per la Beirut di Basilico: questo mese le mostre che vi consiglio su Roma ci fanno viaggiare un po’ per tutto il bacino mediterraneo. Fino al 3 maggio prossimo, il Museo In Trastevere diventerà un luogo privilegiato dove poter osservare una preziosa testimonianza di un’umanità ormai quasi cancellata dalla memoria, scattata da chi, negli anni ’50, è stato reclutato da Henri Cartier-Bresson per l’Agenzia Magnum.

Museo di Roma in Trastevere
piazza Sant’Egidio 1/b | Roma
Fino al 3 maggio
2020



#5 Raffaello alle Scuderie del Quirinale

Concludo questa top 5 delle mostre da vedere a Roma a febbraio con una “Superstar del Rinascimento”: il 5 marzo alle Scuderie del Quirinale arriva Raffaello, e io, da brava art groupie, sono già lì che lo aspetto. 500 anni e non sentirli: perché questa mostra in realtà rappresenta l’apice delle celebrazioni mondiali per i 500 anni dalla scomparsa dell’Urbinate, ed è l’evento di punta del programma approvato dal Comitato Nazionale appositamente istituito dal Ministro Dario Franceschini e presieduto da Antonio Paolucci. Da non perdere!

Scuderie del Quirinale
Via Ventiquattro Maggio, 16 | Roma
Fino al 2 giugno
2020