torino vanchiglia cosa fare

Vanchiglia

Vanchiglia è un quartiere in continuo fermento: la vicinanza col centro la rende particolarmente attraente agli occhi dei turisti che orbitano intorno alla vicina Mole Antonelliana, mentre i poli universitari del Campus Einaudi e Palazzo Nuovo l’hanno consacrata come uno dei quartieri più in voga tra gli di studenti, che di sera ne affollano le strade e la piazza.
Nata a ridosso della confluenza tra i due fiumi della città, Vanchiglia ha ispirato e accolto moltissimi artisti del calibro di Fred Buscaglione e Italo Calvino, ma anche Alessandro Antonelli (suo il curioso edificio chiamato Fetta di Polenta) e Carlo Mollino (la cui Casa Museo vale una visita).
Visitata la Mole Antonelliana, perdetevi nel dedalo di stradine uguali ma diverse, costeggiate il fiume e fermatevi in qualche boutique. Rifocillatevi in uno dei tanti bistrot o ristoranti – ma prenotate in anticipo.

Colazione

Qui in Vanchiglia | Via Giulia di Barolo, 16d

Piccola chicca nel cuore di Vanchiglia all’ombra della famosa Fetta di Polenta ( Casa Scaccabarozzi ).  Modernariato e carta da parati a go-go con fenicotteri e ghepardi a fare la guardia ad un pezzo di “giungla urbana” e ai suoi bellissimi e buonissimi Avocado Toast, insalatone e coppe di vino, perfetto per il vostro brunch domenicale (o di qualsiasi altro giorno della settimana).

Mai Dire No | Largo Montebello 40 

Okay, non sarà il posto più instagrammabile del mondo, ma una colazione qui vale più di mille frappuccini. Un bar modesto, che ti accoglie col suo bancone letteralmente RICOPERTO di panini salati alla cifra simbolica di 1,50€, perfetti per smorzare la famazza delle 11 di mattina – senza nulla togliere a cornetti & saccottini che fanno comunque la loro figura. Consigliatissimo se avete programmato un viaggio fuori città e volete fare scorte di carboidrati per il viaggio.

Caffè

ShareWood | Piazza Santa Giulia 1e

Fantabosco un po’ shabby-chic con le sedie spaiate e una betulla piantata in mezzo al locale – giuro. Tappa consigliata se volete prendere un caffè al volo un sabato mattina prima di un giro di spesa nel vicino mercato di Santa Giulia. Anche se, per godersi al meglio questo posto, conviene accomodarsi nel dehor o in uno dei tavolini vicini alla finestra, magari cogliendo al volo i momenti in cui c’è meno afflusso per lavorare al computer o studiare. 

Caffetteria degli Angeli | Via Vanchiglia 13

Il regno delle madamine torinesi, in questo elegantissimo café dall’aria retrò, la colazione dolce e la selezione di panini, tramezzini e piatti salati non deludono mai. Non fermatevi all’apparenza – e soprattutto non fermatevi all’entrata: accomodatevi nella bellissima sala interna, oppure spingetevi fino al retro, dove nasconde un piccolo e semi-segreto dehor che è la vera chicca di questo locale.

share wood torino vanchiglia cosa fare

Pranzo

Margherì | Via Sant’Ottavio, 51c

Voglia di un pranzo easy-mordi fuggi o in crisi da mancanza di carboidrato? No problem, Margherì è qui per voi! Pizza in teglia alla romana nel pieno centro di Vanchiglia di quelle belle e semplici, piglia e magna senza fronzoli. Consigli per gli acquisti? Carbonara tra le “classiche”, gorgo, salsiccia e rosmarino nelle special e non dimentichiamoci i supplì. Na birra gelata per favore, va!

Barbiturici (Brunch) | Via Santa Giulia 21

Un po’ café, un po’ light restaurant, un po’ studio medico ( solo nella forma ovviamente ); adatto per qualsiasi ora del giorno e per qualsiasi fame voi abbiate. A noi piace nelle giornate di sole, con quel suo finestrone fronte strada spalancato a mangiare i loro fantastici burger e gli ormai celebri club sandwich a “infiniti” strati.

Shopping

Ossola Farine | Via Balbo 4

Italiani, popolo di panificatori, questo è il posto che stavate cercando, il regno delle farine artigianali – rigorosamente sfuse così da poterne apprezzarne le qualità con tutti e cinque i sensi. Farina bianca, gialla, amaranto, senza glutine, di tipo 0, integrale, farine speciali, legumi, risi e quant’altro: la tentazione di affondare le dita in tutti i sacchi in modalità Amélie Poulain è veramente forte.

Ai Tre Torchi | Largo Montebello 38 

Affacciato su una bellissima piazzetta alberata che ricorda un angolo di Parigi, la galleria è specializzata in stampe d’autore, dalle più antiche e ricercate fino alle più moderne. E’ il luogo perfetto in cui indugiare se si è alla ricerca di un regalo prezioso e per niente scontato; la proprietaria della galleria è una persona appassionata e informatissima sugli aneddoti più interessanti legati ai suoi articoli.

Oggetti Specifici | Via Santa Giulia 32bis

Un po’ galleria d’arte e un po’ negozio: qui i confini sono sottili e sono fatti per essere varcati. Così come la porta d’entrata, spesso socchiusa, un chiaro invito a tutti i passanti a fermarsi e sbirciare.

Aperitivo

Da Emilia | Corso S. Maurizio, 47

L’amichevole osteria di quartiere Vanchiglia per eccellenza. Qui si parla Emilianoooo, si beve, si mangia e si canta. Perfetto per un aperitivo o per una cena light a colpi di taglieri di salumi e formaggi oppure tigelle ripiene o da riempire a piacimento. Consiglio mio? Gin Tonic e tigella calda con crema di lardo e grana padano. Trust me…

POP Bureau | Largo Montebello 40a

POP Bureau è un piccolo Cocktail Bar/ Bistrò dall’animo moderno che strizza l’occhio al vintage e al modernariato; un ambiente POP ( di nome e di fatto ) dove stravaccarsi ad un tavolo o dove trincare al volo al bancone. Occhio al calendario delle serate con musica dal vivo! Consigli? Birra media gelata, patata bravas e polpette della nonna.

da-emilia-una-piola-bar-in-vanchiglia

Librerie

Ca’Libro | Via Santa Giulia 40/a

Una libreria a misura di quartiere: qui si incontrano il passante curioso, il lettore seriale e l’indeciso cronico. Ed escono sempre col sorriso e il sacchetto pieno. Una libreria che non se la tira, anzi, si rende disponibile a tutti: servizio di portineria (dovete far arrivare un pacco ma non siete mai a casa?), l’angolo dei libri usati, wi-fi per tutti e tavoli per rimanere a lavorare al computer. +100 punti al cane Uffa.

Libreria del Golem | Via Gioacchino Rossini 21/c

Arrivarci è comodo per tutti, a piedi, in bici, in tram: se prendete i mezzi e scendete alla fermata Santa Giulia, sbatterete il naso contro la vetrina ancora prima di essere scesi dall’autobus. Selezione bella e curata, dalle piccole case editrici indipendenti a quelle più conosciute e premiate. Il posto giusto per tutti quelli a cui piacciono le parole, ma anche le illustrazioni: una libreria in cui tutti possono trovare il proprio qualcosa, quella lettura speciale da divorare sul tram, tra una vecchietta sgomitante col bastone e il solito turista con valigia che ti pesta i piedi.

Cena

All’improvviso | Via degli Artisti, 20g

Welcome to Puglia my friends! Qui trovate la miglior rosticceria e pasticceria pugliese del quartiere. Pucce, panzerotti, pasticciotti, fritti, torte e calzoni tutto super ripieno e calorico. Consigli ne abbiamo? Certo… Arriccia con conserva di peperoni, caprino e porchetta e poi pasticciotto classico… That’s it!

Goja | Via Santa Giulia, 42/D

Viene da definirla un’osteria contemporanea e spero di non fare un torto a nessuno con questa definizione ma Goja è veramente la traduzione moderna delle trattorie di una volta. Con il suo bancone centrale, i piatti del buon ricordo, la gara ad accaparrarsi i posti vicino alle finestre in estate e un menù assolutamente “localz”. Tonno di coniglio di antipasto, ravioli del plin di primo e guancia di vitello di secondo. Vino rosso sfuso ovviamente. Provare per credere….

Bere

Distilleria Quaglia | Via Giulia di Barolo, 54

Dal nome lo si intuisce direi, questo locale in Santa Giulia è collegato a filo diretto con L’Antica Distilleria Quaglia di Castelnuovo Don Bosco, e offre una vasta di scelta di miscelati, liquori, grappe, gin e vermouth, il tutto, se gradite, accompagnato da tapas di terra e di mare. Io consiglio di non lasciare Piazza Santa Giulia senza passare da loro per un “Liquore alla Camomilla” della buonanotte

Dunque | Via Santa Giulia, 26/a

Locale scuro nel colore ma non decisamente nell’animo, con bottiglie fino al soffitto e panini e taglieri belli pieni per togliervi lo sbrano del momento o direttamente la fame. In questo locale, dove ormai ci abbiamo piantato le tende, vino e birra davvero non mancano ma con l’estate alle porte vi consigliamo un bell’americano… o forse due… o tre.

distilleria-quaglia-torino

Sport

Studio Corpore | Via Giulia Di Barolo 3

Se stai leggendo questo articolo sei sicuramente chino sulla scrivania o piegato sul tuo cellulare… In entrambe le opzioni stai sbagliando postura! Se il nostro ammonimento non ti basta, allora fai un salto dai ragazzi di Studio Corpore: Yoga, Pilates, Posturale, c’è tutto quello che ti serve per tornare a camminare a testa alta e schiena dritta. Bellissima la carta da parati floreale, che rende l’atmosfera calma e rilassata. 

Tutti i consigli in Vanchiglia a Torino