Ozio: un panorama mozzafiato nel cuore di Prati

Alice Riga Pubblicato il 6 Giugno 2024

Sopra il caos di Prati c’è un’oasi di pace e relax da cui ammirare uno dei panorami più belli della capitale. 

Di fronte San Pietro e il resto di Roma intorno per una vista a 360 gradi, uno stile elegante e moderno, con i parapetti in vetro che lasciano vagare lo sguardo tra i tetti dei palazzi romani. 120 coperti sul rooftop più i coperti del ristorante al piano inferiore per un’esperienza all day long.

Una vista così non la si può godere solo di sera, infatti Ozio Restaurant apre la cucina alle  6 di mattina per poi chiudere solo in tarda serata. Si inizia dalla colazione degli ospiti dell’hotel, che con questa vista hanno sicuramente un risveglio piacevole, a cui possono partecipare anche gli esterni; si prosegue con il pranzo, anche in formula light, per addentrarsi verso il momento più magico della giornata: la Golden Hour, con un panorama a 360 gradi è quasi impossibile non godersi un tramonto meraviglioso.

Se poi non bastasse durante il weekend è possibile fare anche brunch in terrazza a base di specialità gourmet, con un menù fisso da 35 euro che comprende 2 scelte salata e un dessert, bevande escluse.

Ve la buttiamo lì: domenica di giugno, ancora non troppo caldo, terrazza su Roma, occhiali da sole, primo piatto French toast con avocado, salmone e uovo pochè, secondo piatto cannelloni di stracotto con spuma di burrata e fiori di zucca gratinati e a terminare un tiramisù da accompagnare ad uno, o forse di più, calice di vino: sei felice e lo sai.

Aperitivo con il Cuppolone

Abbiamo una vista incredibile, ma si mangia e beve? 

Ovviamente sì, una cantina invidiabile, bianchi, rossi, 110 etichette solo di champagne, una selezione di 70 gin e una passione spiccata per la mixology; oltre ai grandi classici che cambiano in base alla stagionalità, Ozio propone un twist on classic e “rimescola” le carte in tavola dei cocktail che conosciamo, fondendoli con gusti provenienti dal sud est asiatico.

Tutti conosciamo il Campari… ma il camparinotto? Bitter Campari, succo di pompelmo rosa, liquore al chinotto e miracle foam, insomma il logo giusto per lasciarsi tentare da gusti esotici!

A te sta solo scegliere il drink, dalle 17 alle 20 e 30 ci penserà la formula aperitivo a prendersi cura di te, con 4 fingerfood scelti dalla cucina giorno per giorno.

Poi appena finito l’aperitivo puoi sempre abbandonarti completamente alle mani dello chef di Ozio Restaurant Salvatore Testagrossa, con le sue proposte gourmet e menù che cambiano in base alla stagionalità.

Sì belle le terrazze e le viste su Roma, ma uno in cui puoi mangiare un “rigatOro affumicato alla carbonara”, ha sicuramente una spinta in più. 

Architetto di mestiere urban explorer per passione Sempre alla ricerca di qualcosa Faccio Mangio Visito