Menu & Search
Once upon a time in… Milano

Once upon a time in… Milano

3 posti in cui prima c’era un cinema

1. Cinema Palace

Nell’aprile del 1911 in corso Vittorio Emanuele II n°3 venne inaugurato il Cinema Palace. La posizione così centrale attirò spettatori elitari ed infatti divenne rapidamente il nuovo ritrovo dell’aristocrazia milanese.
Il cinema vantava di una lussuosa sala d’aspetto promossa come la “nuova gemma milanese” a cui era annesso un elegante bar. Inoltre, negli anni Dieci, in un mondo in cui non si usava ancora mangiare i popcorn durante le proiezioni, si sperimentavano i primi tentativi per attirare un numero sempre più elevato di clienti nelle sale attraverso piccoli omaggi. Venivano offerte birre Milano e alle spettatrici eleganti ventagli, iniziative che suscitarono un grande entusiasmo tra il pubblico. 
Il 1927 è l’ultimo anno di vita del cinema Palace.  

2. Cinema Capitol 

Nasce nel 1948 in via Croce Rosse 2, perpendicolare a via Manzoni e via Monte Napoleone, il cinema che ha avuto l’onore di accogliere la prima visione ufficiale de La dolce vita di Fellini, il 5 febbraio 1960. Il film fu preceduto da una campagna infarcita di contenuti negativi, gli stessi che invasero la sala quella sera, insieme a qualche applauso, ai fischi e alle grida di protesta: “schifoso”, “basta”, “vergogna”. Qualcuno sputò a Fellini e lo stesso trattamento non fu risparmiato a Marcello Mastroianni, entrambi presenti per la prima visione.
Questo fu l’inizio della storia di un film, non solo destinato a diventare campione d’incassi del 1960, ma anche a lasciare uno tra i segni più profondi della storia del cinema.
Il Capitol chiuse nel 1984 e oggi al suo posto si erge l’Emporio Armani Caffè e Ristorante.

3. Il cinema Roma

Situato in via Torino n° 47 all’angolo con via Piatti, deve il suo nome alle iniziali del proprietario Rota Mauro che richiamano la capitale. Il cinema fu inaugurato nel 1934 e una decina di anni dopo venne gravemente danneggiato dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, motivo per cui rimase chiuso temporaneamente dal 1943 al 1946. 
Nel 1974 venne ristrutturato e ribattezzato con un nome carico di novità e carisma: Rouge et Noir. La sala venne classificata come cinema di prima visione, ma resistette solo pochi anni fino a quando nell’estate 1979 il locale chiuse per diventare in un negozio di abbigliamento.


All images © 2019 Alba Rapone
Fonte Giuseppe Rausa