Menu & Search
Drink Kong Roma a Rione Monti: un Instict Cocktail Bar dalla vibe anni 80

Drink Kong Roma a Rione Monti: un Instict Cocktail Bar dalla vibe anni 80

Se vuoi portare i tuoi amici che vengono da fuori ad assaggiare un cocktail davvero degno di questo nome vivendo al contempo un’esperienza davvero unica a Rione Monti, questo è un indirizzo che consiglio ad occhi chiusi. Drink Kong è il nomignolo affettuoso che un amico ha rivolto a Patrick Pistolesi, uno dei 5 fondatori di questo locale sui generis. Ed ecco così chiarita l’insegna di questo locale alle spalle del Rione Monti, che devo dire mi ha sempre incuriosito molto. Ci siamo, arrivi qui magari dalla stazione Termini – da cui dista solo 10 minuti a piedi, ti accomodi su uno dei divani più confortevoli della capitale dove il velluto che riflette uno dei tanti neon ti accoglie fiducioso e apri uno dei menù graficamente più fighi ( e criptici) della capitale. Non sai cosa vorresti ordinare? Non c’è problema! Lasciati guidare dall’istinto. 

Drink Kong Roma
Piazza di S. Martino Ai Monti, 8 | Roma

Lun – Dom: 18.30 – 02.00
Website | Facebook | Instagram
Lasciatevi guidare dall’istinto + cocktail da 12€

Drink Kong Roma

Quando la mixology si lascia guidare dall’istinto

Si definisce un “Instinct bar”, ma una volta testato leggerai un invito alla scoperta di un modo completamente nuovo di godersi un cocktail d’eccellenza. A partire anche dai colori del cocktail, che giocano un ruolo molto più importante di quanto si possa immaginare, e che vi consiglierei di approfondire direttamente con il barman. Sennò che gusto c’è? Al Drink Kong, le sensazioni rappresentano le proprie, uniche e personalissime linee guida che grazie ai consigli DELICATI ma mai invadenti dei camerieri ti permettono di ordinare un cocktail che cerca di rispondere il più possibile alla tua essenza. Quando mai ti ricapita? Il menù di cui sopra ha una particolarità: descrive ciascuna proposta di cocktail con degli aggettivi, come a dire: oltre a una grafica c’è di più. Aristocratico, rinfrescante e sportivo: questi sono gli aggettivi che mi hanno indirizzato verso il Summer Kup, un gin cocktail per botanist, scelto dopo una coppina di champagne di benvenuto – gesto di classe assolutamente apprezzato. Insomma, almeno nei cocktail, una speranza di esser sportiva ce l’ho!

Drink Kong Roma

Omakase bar: una nuova esperienza a Monti

Al Drink Kong non c’è un vero e proprio ristorante, ma lasciare questi deliziosi cocktail senza un degno accompagnamento non era francamente pensabile. Quindi ecco che entra in scena lo chef Marco Morello, che con la sua proposta di tapas fusion ci ha mandato letteralmente in paradiso. Io ho assaggiato un crostino di sugosi funghi shiitake fermentati con cheddar fumé e sour cream al wasabi, un croccante con rapa rossa e crema al wasabi e un sontuosissimo dumpling al maiale e verza con una salsa di pesche fermentate e soia. Non avrei voluto finire mai, davvero. Non ci sarà un ristorante, ma quello che c’è però è un Omakase Bar: un luogo proprio della tradizione del Sol Levante dove ti siedi e degusti una performance enogastronomica spaziale. Dal giapponese “fidarsi del cuoco”, questa stanza segreta, realizzata tutta su misura e in legno di ciliegio che si trova al centro del Drink Kong ne costituisce un po’ il cuore. Se ci entri, vedi che sulla parete accanto ci sono delle bottiglie che sono separate dal resto della saletta da una grata che tu puoi aprire con la tua chiave personale: se acquisti una bottiglia di uno dei pregiati liquori, puoi lasciarla custodita lì e puoi accedervi solo tu, degustandola da sola o in compagnia. Non è geniale?

Drink Kong Roma
Drink Kong Roma

Arcade, salette segrete e atmosfere decisamente anni ’80 | Drink Kong Roma

Prima di raggiungere questa saletta misteriosa però, si attraversa una sala ben più ampia che di solito che ospita concerti live o semplicemente, i clienti. Fun fact? i proprietari che hanno probabilmente fondato la prima Bar Band italiana ancora non ci hanno suonato! Si chiamano Sarah o’Connor, proprio in onore di uno dei protagonisti di Terminator. Il che ci ricollega allo stile del posto: dalla vibe apertamente anni 80 ma dal gusto oltremodo contemporaneo, Drink Kong Roma rappresenta una bella novità di stile per la Suburra, che dopo le testimonianze d’epoca romana, medievale, rinascimentale e barocca, delle reference COSI TANTO anni ’80 questo rione non le aveva mai viste in oltre 2500 di (dis)onorata carriera! E a me, oltre ai cocktail fantastici, piace moltissimo anche per questo!


All images © 2019 © Diego Funaro