Menu & Search
Inclusivo Design: oggetti senza tempo per amanti del vintage

Inclusivo Design: oggetti senza tempo per amanti del vintage

In Via d’Ascanio, all’angolo con Via della Scrofa, famosa per i suoi negozi di design e boutique di moda, c’è una piccola realtà piena di meraviglie vintage che aspettano solo di essere scoperte. Inclusivo Design offre una selezione originale di mobili, accessori per la casa e opere d’arte che sono stati rilavorati da artigiani, che li hanno trasformati in veri e propri tesori moderni per rendere unica la vostra casa.

Adoro quando l’artigianato tradizionale e lo stile contemporaneo si fondono perfettamente e creano una nuova estetica. Un locale che coglie a fondo questo delicato equilibrio è quello di Mario. Amante dell’arte e del design da sempre, è stato farmacista per la maggior parte della sua carriera, ma ha deciso di dare una svolta alla sua vita qualche anno fa. Ha aperto Inclusivo Design lo scorso febbraio – purtroppo poco prima che iniziasse un periodo difficile – e offre una collezione ben selezionata di mobili e accessori unici. Tutti gli articoli da lui proposti hanno una storia e sono stati rinnovati da esperti artigiani secondo il gusto personale di Mario.

Inclusivo Design
Via d’Ascanio 19 | Roma

Lu – Sa | 11.00-19.00
Do | 11.00-20.00

Website | Instagram

A cavallo tra arte e design

Mario mi riceve con entusiasmo mentre entro nella sua piccola boutique in via d’Ascanio, a circa cinque minuti a piedi da piazza Navona. Mi spiega come la sua ricca immaginazione lo aiuti a reinventare i pezzi vintage. “Parto sempre dall’arte. Quando vedo una sedia o un tavolo, inizio subito ad immaginare come potrebbe essere, facendomi ispirare dalle opere d’arte che mi piacciono.” Indica, per esempio, un oggetto rotondo appeso al muro, un vecchio scudo di bronzo che ha trovato in un mercatino dell’antiquariato. “Mi ha ricordato i dipinti Target di Jasper Johns degli anni cinquanta. Ho deciso di dipingerlo con colori elettrici e così l’ho trasformato in un pezzo contemporaneo.”

Un design accessibile

Mario collabora con artigiani fuori Roma. “Li conosco bene: hanno anche lavorato per casa mia. Avendo tanta esperienza con mobili e tessuti d’epoca, sanno come dare nuova vita ad un oggetto.” Grazie alla sua collaborazione con questi artigiani, Mario riesce anche a mantenere i prezzi competitivi. Ecco perché il nome è Inclusivo Design: il suo obiettivo è quello di rendere la sua collezione accessibile ad un’ampia fetta di pubblico. “Invece di acquistare una lampada design di Kartell, che è stata prodotta in una fabbrica e si trova in migliaia di case italiane, per lo stesso prezzo propongo una lampada unica che non si trova in nessun’altra parte del mondo.”

Originalità e sostenibilità

Adattare mobili storici al gusto di oggi per renderli nuovamente utilizzabili: questa è la sua idea di sostenibilità. Mario: “È un peccato lasciare i mobili della nonna in soffitta quando, con un piccolo upgrade – un altro colore, un nuovo materiale, aggiungendo dettagli moderni – potresti usarli di nuovo.” Mi mostra poi alcuni dei suoi lavori: una splendida lampada in cristallo, un set di tavolini con piani in marmo e – il mio preferito – un divanetto della casa austro-tedesca Thonet dell’inizio del ‘900, con la struttura originale in legno e la seduta e lo schienale rivestiti in velluto viola. Come dice Mario: “Ogni oggetto ha un’anima, basta tirarla fuori.”

Volete continuare a scoprire i negozi più belli di questa zona? Proprio a due passi da qui, trovate un altro posto interessante per chi ama il design: Galleria Mia. Per gli amanti dei libri, invece, c’è Booktique!


All images © 2020 Liza Karsemeijer