Menu & Search
Slurp Design | poster da mangiare con gli occhi

Slurp Design | poster da mangiare con gli occhi

Il cibo si cucina, si sogna, si desidera, si reinventa, si dona, si fotografa, si rispetta, si assapora, si divora, si sceglie, si annusa, si gusta… e si appende.
Per essere impiattato anche così.

Il cibo nutre, sazia, incanta, incuriosisce, stuzzica, tenta, conforta, rallegra, scalda… e decora.
La casa, le pareti, le mensole.

Con il cibo si comunica, si crea, si evade, si occupa il tempo, si gioca… e si fanno regali.
Sempre graditi.

I poster e le stampe di Slurp Design ci fanno venire fame. Di cose belle, originali, colorate.
Da mangiare con gli occhi… e condividere, specialmente adesso, per sedersi comunque alla stessa tavola, in modo “alternativo”, in questo Natale alle porte!

Slurp Design | art e design for gastronauts

Sito | Facebook | Instagram

Autore: Michele Mancaniello

Cosa è Slurp Design?

Immaginate di riunire in un unico spazio diverse passioni: quella per il food, per il beverage, per il design, per la grafica, per l’arte, per l’arredamento. Lo spazio in questione è una carta di qualità, dove prendono vita illustrazioni e parole, nate dalla mente estrosa di designer, artisti e realtà indipendenti, da scoprire e sostenere. Slurp Design è uno store online che fa incontrare tutto ciò e permette di incorniciare talenti, oltre che disegni.

Le opere del catalogo sono numerose e aggiornate con costanti novità, per soddisfare palati visivi eterogenei: amanti delle grafiche moderne ed essenziali, nostalgici che vogliono tornare indietro nel tempo, anime vivaci e pop, tifosi dei piatti tradizionali e “oriental addicted”… a ognuno il suo poster – in due dimensioni: 30×40 cm e 50×70 cm – o il suo autore preferito!

E leggete bene qui: a Natale, con l’acquisto di due stampe, la spedizione è gratuita.

Per commissioni speciali o nuove aperture di locali, c’è poi la possibilità di partecipare attivamente al processo creativo, personalizzando misure e formati o realizzando opere su richiesta… è un po’ come preparare insieme una cena, no?        

Autore: Andrea Masotti

La collezione “Slurp d’Autore”

In questa collezione, trovate stampe e poster in tiratura limitata, con disegni esclusivi, fatti da nomi affermati o emergenti, legati da un comune amore: quello per il mondo del food, interpretato secondo un proprio mood (e la rima è casuale… o forse no!). C’è l’essenza di ogni persona(lità), in questi lavori. Che si sente forte, come un buon profumo che si sparge in cucina.

Iniziamo da Roma, come è doveroso: Michele Mancaniello rende omaggio alla capitale con i “Bombolotti all’amatriciana”, i “Tonnarelli alla gricia” e i “Tonnarelli cacio e pepe”, “serviti” come non ce l’aspetteremmo: in versione geometrica e minimalista! Ma guarda anche ad Oriente, con quattro pilastri della cucina asiatica: “Yaki udon”, “Miso ramen”, “Noodles saltati” e “Pad thai”.

Autore: Michele Mancaniello

I #carboidratilovers – siete tanti, lo so – apprezzeranno le “Pennette”, le “Pappardelle”, i “Fusilli”, gli “Spaghetti” e le “Farfalle” di Ivan Specchio, così come “Viva la Pasta” della Piccola Stamperia Clandestina o “Le fondamenta italiane” di Marta Vila, che trasforma un tortiglione in una colonna traiana (viva la fantasia!).

Autori – in ordine, dall’alto in basso: Ivan Specchio, Piccola Stamperia Clandestina, Marta Vila

Luigi Leuce invita a mettersi ai fornelli con “The art of cooking” o “Ho fatto la frittata”, ma anche a brindare con “Spritz(o) di gioia” e “Giusto un aperitivo”. E a proposito di bicchieri pieni, Andrea Masotti ci porge il suo “Cocktail” e Cristina Damiani propone un “Drinking” in rosa che si abbina perfettamente al colore delle nostre Strade!

Autori – in ordine, dall’alto in basso: Luigi Leuce, Andrea Masotti, Cristina Damiani

E ancora, chi ha voglia d’estate l’assaggerà nel cocomero di “Síndria” di Elisabetta Demurtas o in “Ananas” e nel “Gelato” di Andrea Masotti.

Autori: Elisabetta Demurtas e Andrea Masotti

La collezione “Slurp Collection”

I poster di quest’altra collezione sono sempre disponibili nello store e sono firmati dal network di creativi interni a Slurp Design. Carta d’identità: sono ironici e a volte anche irriverenti, perchè il cibo parla più linguaggi.

Ed è assoluto protagonista nella nostra vita, come testimonia la linea “Mangiare” nelle sue tre versioni o “Never Stop Eating”, passando per “BurgerMan” e “You Can Fry Everything”, una frase quasi liberatoria! E se abbiamo esagerato, ecco il “Detox” per correre ai ripari…

Tra il food più goloso, vince il dolce di “Donuts” e “Muffin” o il salato delle patatine di “Ne vuoi una?” (ideato da Slevin), di “Hot Dog” e “Pizza”?
Io opterei per lo “sk8-rolls”, ma consiglierei anche “Texture Bretzel” e “Texture Artichoke”, senza dimenticare “I love Mushrooms” – perchè anche la verdura vuole la sua par…ete – o “Coffee”, che piacerà a chi non sa stare senza caffeina.

Dove trovare Slurp Design

Che ci sia anima dietro a Slurp Design, si capisce anche dalla cura spesa per “accompagnare” il progetto oltre lo schermo: il sito dove vedere e acquistare le stampe è ricco di dettagli e di info, i canali social sono sempre seguiti e aggiornati e non manca l’investimento in mercati validi come il Wave Market o il Mercato Monti, per un approccio vis à vis importante a livello artistico, ma anche umano.

A rafforzare quest’ultimo aspetto, sono state appena aggiunte delle nuove stampe targate Slevin che possono aiutare chi fatica di più, in questo delicato momento: il ricavato della vendita andrà, infatti, al Banco Alimentare, che combatte lo spreco di cibo, recuperandolo e distribuendolo a strutture caritative italiane.

Autore: Slevin

E se ogni cosa che vi ho raccontato in questo articolo è un ingrediente, viene fuori proprio una bella ricetta: insolita, non scontata e dai molteplici sapori creativi!

Autore: Cristina Damiani

All images © 2020 Slurp Design