Menu & Search
Cargo Market | Mezzo di scambio e luogo di incontro

Cargo Market | Mezzo di scambio e luogo di incontro

Se sei ancora del partito “Eh ma a Genova non c’è mai niente da fare…” (pronunciato con l’accento alla Fantozzi) forse non sei mai stato al Cargo Market. Il Market con la M maiuscola, quello dove si respira un certo clima internazionale, dove non vai solo per fare acquisti ma anche per bere o mangiare qualcosa ed ascoltare della buona musica.

Cargo Market
Genova

Instagram | Facebook | Sito

Sa | 11-24
Do | 10-20

Quando due menti si uniscono

Cargo Market è nato dall’incontro tra due amici che, forti delle numerose esperienze vissute in campo artistico e commerciale, hanno intrapreso un percorso composto da svariate iniziative dallo stile contemporaneo. Questo costituisce il primo tassello di un programma ben preciso di rivalutazione del territorio attraverso eventi sociali, commerciali ed artistici. Decisamente un progetto ricco di speranze e sogni per la città di Genova.

I due giovani genovesi hanno scelto di partire dalla storia della nostra città, per far riecheggiare l’antica ricchezza della Superba, capitale dello scambio e del commercio sin dall’antichità.
Hanno quindi pensato ad un market, che dia spazio alle invenzioni e creazioni individuali come alle diverse forme di commercio e arte, una manifestazione che punta sulla qualità per mostrare l’unione tra talento e buoni affari, e l’hanno pensato itinerante per far rivivere e dare un nuovo codice di lettura a quei luoghi storici e rappresentativi della città, non accessibili o dimenticati dai genovesi.

Un market itinerante: una formula vincente

Quello che più mi piace è che ogni edizione è diversa dall’altra e non c’è spazio per la parola monotonia.
Il progetto è partito a settembre 2018 nella splendida cornice del chiostro della chiesa di San Matteo caratterizzato da un brunch sull’erba, è continuato con l’edizione invernale 2019 nella Chiesa sconsacrata di Sant’Agostino dove ha attirato migliaia di persone, ed è stato consolidato nel giugno 2019 con l’edizione in Darsena.

Filo conduttore è l’allestimento di decine di stand dove si possono trovare chicche di tutti i tipi: dall’abbigliamento agli oggetti di design, dai gioielli ai terrarium; il tutto accompagnato da un repertorio musicale calibrato a seconda dello spazio in cui si svolge il market e dello stile che l’evento assume.

Tutto studiato nei minimi dettagli

Finalmente, dopo quasi tre anni di attesa, in questa primavera, torna Cargo Market. 

Sabato 9 e domenica 10 aprile il Parco dell’Acquasola si trasformerà in una meravigliosa piazza di artisti, artigiani, designers, musicisti e molto altro. L’Acquasola è stato il primo parco pubblico di Genova e dai primi dell’Ottocento è meta di passeggio e giochi per i genovesi. Questo weekend si appresta a vivere due giorni imperdibili di arte e musica con uno stile unico! 

L’ampia e luminosa terrazza che affaccia sulla città ospiterà gli stand che racconteranno i sogni e le abilità creative degli espositori, sia genovesi che provenienti da tutta Italia. Saranno organizzati workshop per tutti i gusti: dal plants care ai corsi per imparare a realizzare kokedama e terrari, dai laboratori alla scoperta della cianotipia. Come sempre la programmazione è stata studiata per accontentare adulti e bambini!

Ovviamente non mancherà un’area street food e bar, tutto rigorosamente plastic free. 

Quest’anno più che mai l’intrattenimento sarà ricco di contenuti di altissimo livello, nella continua ricerca di artisti che possano far emozionare il pubblico.

Sabato sera gli ospiti speciali saranno gli Al Raseef, gipsy brass band italo palestinese attiva nella scena musicale europea. Domenica invece sarà il turno degli Addict Ameba, un giovane collettivo di fama internazionale che combina la musica dell’Africa occidentale con quella del Sudamerica.

Si potrebbe andare avanti per ore a descrivere ciò che Cargo Market sarà. Ma viverlo sarà decisamente meglio!


All images © 2022 Chiara Ardenghi