Menu & Search
La Guastalla, i primi giardini pubblici di Milano

La Guastalla, i primi giardini pubblici di Milano

L’uso della parola “giardino” anziché “parco” porta con sé una dimensione intima, familiare: i Giardini della Guastalla incarnano perfettamente questa idea di piccola oasi verde, silenziosa e ordinata. Questo è uno dei parchi pubblici più antichi e più piccoli di Milano, e trovandosi in una zona strategica tra la Statale, l’Ospedale Maggiore e il Tribunale è un’ottima via di fuga per studenti in crisi, avvocati in pausa pranzo e degenti in cerca di aria fresca. Anche noi delle Strade di Milano li abbiamo scelti per il nostro primo pic-nic per festeggiare il lancio del blog, vi ricordate?

Giardini della Guastalla
Via Francesco Sforza | Milano

Nov – Feb | 07 – 19
Mar | 07 – 20
Apr e Ott | 07 – 21
Mag – Set | 07 – 22

Guastalla Milano 01

Il parco più antico di Milano

I Giardini della Guastalla nascono insieme all’omonimo collegio, nel 1555, per volere di Paola Torelli, Contessa di Guastalla (RE). Rimasta vedova a soli 29 anni, decise di vendere i suoi poderi per trasferirsi a Milano e fondare un collegio per educare giovani nobildonne decadute che, senza il suo aiuto, sarebbero probabilmente finite in convento o in mezzo alla strada.
Nel 1937 il Comune di Milano decise di espropriare il palazzo, e il collegio fu trasferito nella sua attuale sede di Monza. L’edificio in Via Guastalla è oggi sede del Giudice di Pace e altri uffici e scuole comunali. Un paio d’anni dopo anche il bellissimo giardino venne reso pubblico.

Guastalla Milano 2

Verde e Architettura

I Giardini avevano quindi inizialmente una funzione privata, dedicati esclusivamente alle donne ospitate nel vicino collegio. Questo è il motivo per cui ancora oggi un alto muro di cinta circonda il parco, che viene aperto al pubblico solo in orari prestabiliti.
Nel corso degli anni sono state fatte alcune piccole modifiche all’impianto “all’italiana” Cinquecentesco. La più evidente è la vasca peschiera barocca, che ha sostituito il laghetto originario: costituita da due terrazzamenti ornati da balaustre, oggi ospita moltissime carpe e qualche ranocchia. Originariamente era alimentata con le acque del Naviglio, che scorre ancora oggi sotto Via Sforza.
Troviamo inoltre un tempietto Settecentesco con stile neoclassico che ospita la statua di una ninfa e un’edicola raffigurante la “Maddalena assistita dagli Angeli” (attualmente in fase di restauro).

Guastalla Milano 3
Guastalla Milano 4

I Giardini oggi

Oggi il parco è frequentato principalmente dagli studenti della vicina Università Statale, ma all’interno del suo piccolo perimetro trovano spazio anche un’area cani delimitata e un parco giochi attrezzato per i bambini. Le numerose panchine e l’ombra dei grandi alberi rendono questi giardini il luogo ideale per una pausa pranzo.
Sul retro del parco, all’esterno, non potrete fare a meno di notare un bellissimo edificio: è la Sinagoga Centrale di Milano, di cui abbiamo già parlato QUI. Sempre a pochi passi dai Giardini, a nord, potete trovare la bellissima Biblioteca Sormani, dove vi consiglio di entrare, anche solo per dare un’occhiata.


All images © 2019 Giulia Luppino