Menu & Search
Mare a vista in Monferrato! Alla scoperta di TerrEmerse

Mare a vista in Monferrato! Alla scoperta di TerrEmerse

Secondo la legge di attrazione, la coscienza e l’immaginazione creano tendenze capaci di attrarre eventi sincronici nella realtà visibile: “i pensieri diventano cose”.
Ognuno di noi è indirizzato verso ciò con cui si trova più in sintonia, poiché, come spiegato dalla fisica quantistica, siamo tutti collegati: i fatti e le persone che incontriamo sono lo specchio delle nostre volontà.

TerrEmerse
Dove si trovano i fossili di TerrEmerse
Casorzo | Asti

Instagram / Facebook

L’eco della bellezza

Incontro Giorgia Sanlorenzo. Vive nel paese di Casorzo, in provincia di Asti, famoso per la produzione della malvasia. Giorgia mi riceve nel suo studio pieno di ispirazioni artistiche e anche di ricordi di giovane donna. Giorgia è una scultrice recentemente laureata. 

Realizza sculture in ferro. Dal disegno all’intero processo di saldatura del ferro, tutto è realizzato da lei. Capiamoci, devi essere davvero capace per lavorare il ferro, e di dimensione gigantesche.

Mi dice sorridendo: Da quando gli amici di mio papà mi vedono in officina a saldare, si rivolgono a me in maniera diversa, con più rispetto, come per dire: allora fai sul serio.

Sì, faccio sul serio!

Quando vedo questa bella ragazza con gli occhi verdi e i capelli ricci, anche a me pare difficile vederla in officina che salda, e invece ecco la trasformazione. Quando Giorgia arriva in officina e veste la tuta protettiva vedo una scultrice che sta realizzando qualcosa di grande e non per se stessa, ma per gli altri.

Nelle sue opere vedo leggerezza e fluidità, nonostante siano realizzate in ferro. È riuscita a ridare il mare a questo paesaggio fatto di colline e vitigni.

L’officina dove lavora è stata lasciata in eredità dal nonno paterno che purtroppo non ha mai conosciuto, e adesso lei fa rinascere i suoi fossili in sculture di ferro con gli stessi strumenti che il nonno usava quando faceva il fabbro. Ha dato inizio ad una nuova vita all’officina di famiglia ferma da anni.

Il progetto si chiama  “TerrEmerse” e mai in questo momento pandemico poteva trovare un nome più giusto, coerente e necessario. Abbiamo bisogno di emergere, di uscire da questo difficile momento. Vogliamo emergere, vogliamo venir fuori…


E’ nello stato di angoscia prodotto dalla noia che l’uomo può essere portato a riflettere sulla sua condizione esistenziale, può arrivare a comprendere se stesso, ascoltando la propria coscienza, i propri impulsi e desideri 

(Di Giorgi, 1996).

Tutti cerchiamo di emergere!

Nel tempo dilatato della pandemia, Giorgia ha potuto vedere tante cose in un modo che mai le era stato così chiaro. E ha capito che c’era bisogno di far emergere l’amore per il suo territorio.

Giorgia sta scavando la terra del Monferrato e sta tirando fuori un mare di fossili che raccontano milioni di storie del Piemonte.

Per le sue opere, Giorgia non ha scelto colori specifici, o materiali come il legno o la Pietra da Cantone (di cui il territorio monferrino è pieno), ma ha scelto il ferro per le sue sculture. Vuole creare un distacco con il luogo della installazione e lo sceglie in mezzo ai vitigni. Vuole che le sue sculture marine emergano dalle vigne per dare un effetto “sospeso in area”. Le sculture fluttuano in mezzo ai filari dei vitigni.

Vuole rimarcare il sostanziale cambiamento che è avvenuto nel territorio, da mare a collina facendoci riflettere su quello che vediamo oggi e quello che è stato ieri.

Il trattamento cromatico scelto per le sue sculture, che sembrano arrugginite, passa dal grigio freddo del metallo ai bruni terrosi, al caldo ocra e ai verdastri, come se l’opera stessa volesse cambiare adattandosi alla natura che la avvolge, come se il territorio la volesse inglobare e far ri-appartenere queste creature al Monferrato. 

Questo mare di sculture marine che sta facendo emergere sulle colline del Monferrato mi piace un sacco, e non vedo l’ora di vederlo pieno e poter andare a pesca.
A proposito, Giorgia fino a settembre del 2022 ha l’agenda piena di prenotazioni per delle nuove sculture; pesci, squali, stelle marine… e quindi mi sa che questo verde mare lo vedremo pieno molto presto.


All images © 2021 Alessandra Nardin