Menu & Search
Cooking books: il cibo si gusta anche leggendo

Cooking books: il cibo si gusta anche leggendo

Spesso gli appassionati di cibo sono gli stessi che hanno una buona porzione della propria libreria occupata da grandi manuali di cucina, ricettari o più semplicemente da romanzi e storie legate al cibo e alla ristorazione. Questo è un po’ ciò che ci ha spinto, dalle Strade di mezza Italia: Torino, Genova, Milano e Roma, a condividere questa lista di food-books secondo noi “belli e imperdibili” per tutti coloro che, come noi, non riescono a smettere di riempire gli scaffali di casa con questi libri pieni zeppi di fotografie bellissime, piatti stuzzicanti e storie indimenticabili per il cuore e per lo stomaco. Ma oltre a non riuscire a smettere di comprarli non riescono a smettere di sfogliarli, provarne le ricette e immedesimarsi in quelle pagine.

E allora vi invitiamo a tuffarvi fra questi titoli che noi, Valentina, Chiara, Sara, Elena e Francesca, abbiamo selezionato e che siamo certe sapranno sorprendervi e farvi compagnia in queste giornate di #sweetquarantine.

Buona lettura e buona cucina!

Pancetta bistrot. Ricette per tutte le ore.

Laura Rosa Mitsuko Perri, Sara Cimica

pancetta-bistrot

Il mondo descritto attraverso le ricette di Sara e Laura, le due autrici di questo libro, è un Bistrot immaginario dal nome fantasioso e divertente che ha attirato da subito la mia attenzione: Pancetta Bistrot.
Nella loro locanda ideale propongono una cucina eclettica aperta 24 ore al giorno dove si sperimentano ricette semplici e genuine, ma arricchite da tante fonti di ispirazione. Nei piatti da loro proposti ritroviamo sicuramente i ricordi di viaggi passati, i meravigliosi sapori d’infanzia o le ricette di famiglia. Una vera commistione di tutto ciò che portano nel cuore lo troviamo tramutato in piatti prelibati! Un viaggio culinario e fotografico lungo dal mattino a sera: ricette per ogni momento della giornata, piatti creativi adatti a ogni occasione, dal brunch della domenica all’aperitivo con gli amici. Questo percorso itinerante per sapori e profumi fa capolino anche in Oriente con un fuori menù ricco di spunti(ni) giapponesi. Un libro che coniuga gusto e semplicità, pensato per tutti coloro che sognano di ritrovarsi in un piccolo Bistrot parigino, con piatti succulenti e un buon vino da sorseggiare. 

French country cooking. Cartoline da un villaggio immerso nei vigneti.

Mimi Thorisson

french-country-cooking

Quando si pensa alla Francia vengono in mente immediatamente la Torre Eiffel e il Louvre, ma esiste un’altra Francia, altrettanto iconica, ed è quella rurale, che si articola, vive, si agita e, soprattutto, sogna attorno ai vigneti.
Al N.1 di rue de Loudenne, Médoc, Francia, lontano da Parigi e anche da Lione, tra vigneti e campagne, Mimi Thorrisson rileva un’antica villa con un’importante storia alle spalle e la rende lo scenario perfetto per raccontare le sue ricette tipicamente francesi. Le ricette si delineano e prendono forma attraverso i racconti che questo antico château porta con sé, attraverso le bellissime fotografie dei piatti e scorci di tradizione contadina al contempo molto raffinata. 
La bellissima storia di una grande dimora di campagna, che farà romanticamente da sfondo a tutto lo svolgimento del libro e attraverso la quale verranno raccontate le ricette e le vicende di vita quotidiana. Insomma, un affascinante viaggio attraverso le campagne e le vigne francesi meno battute, con 100 ricette semplici e deliziose ispirate alla vita e alle storie del piccolo villaggio.

The slow life diaries. La nostra vita a ritmo lento tra viaggi, cucina e amore.

Alessandro e Alice, A Gipsy in the kitchen

the-slow-life-diaries

Questo libro non è di per sé solamente un libro di cucina, ma la descrizione di uno stile di vita: lo slow living. Alice Agnelli, conosciuta sul web come A Gipsy in the kitchen e il suo Gitano, alias Alessandro Madami, descrivono il loro stile di vita attraverso i loro ultimi viaggi e il piacere di riscoprire il bello nelle piccole cose. Ci insegnano cosa vuol dire davvero fermarci per assaporare i piaceri della vita. Una tazza calda di the fumante, perdersi nell’abbraccio di chi amiamo, ascoltare il rumore della pioggia. Muniti di libri, macchina fotografica, scorta di cibo a volontà, pentole e maglioni caldi, portando sempre con sé i loro due inseparabili cani Brie e Baku caricano un van arancione zucca (sempre per rimanere in tema cucina) e partono alla scoperta di posti magici macinando km su km e scoprendo culture, cibi e sorrisi nuovi. Da Milano al Portogallo. Dal Portogallo a Capo Nord. Da Capo Nord, giù per i Fiordi alla scoperta dell’Europa tutta.
Generosi d’animo l’ultima sezione del libro è dedicata ad “Appunti di cucina per ricette confortevoli”. Le loro ricette del cuore, alcune più veloci ed easy, altre più complesse ma che mettono voglia di provarci, traducono in pieno il loro stile e il loro rispetto e attenzioni per un cibo che conforti l’anima nelle gelide serate invernali o aggiungano un pò di pepe alle serate estive in riva al mare.
Mai libro più azzeccato per un momento come questo che stiamo vivendo!
“Ci siamo ubriacati di tramonti sulle spiagge del Portogallo, ballato al rumore delle pizze appena sfornate della costiera amalfitana, divorando poi nuove albe perfette come tuorli d’uovo sul litorale sardo.”

Il riposo della polpetta e altre storie intorno al cibo

Massimo Montanari
Editori Laterza

Il cibo è senza dubbio un’idea, il segno della propria identità in costante evoluzione e sotto la continua influenza di culture diverse. Pensate ad esempio agli spaghetti al pomodoro: quale miglior traduzione di italianità? Eppure, se ci pensate, uno dei piatti italiani più famosi al mondo, di italiano ha ben poco! Gli ingredienti arrivano da piuttosto lontano e ce lo spiega bene Montanari, storico e docente all’università di Bologna di Storia medievale e Storia dell’alimentazione, in uno dei sui libri. Ma, quello di cui vogliamo parlarvi oggi è un libro con un titolo piuttosto bizzarro nato proprio in un contesto familiare di una sera in cui in casa Montanari si preparavano le polpette e in cui la moglie si raccomandava sul lasciarle riposare: perché la parte più importante è proprio quella del riposo, per far amalgamare bene gli ingredienti. E proprio quel riposo assomiglia molto alla mente umana quando elabora le idee, bisogna darle il tempo di rassodarsi. Le polpette come i pensieri, dopo un po’ di riposo, vengono meglio! Questo libro dal carattere divulgativo vi coinvolgerà parlando di alimentazione, cucina  e cultura, convincendovi di come i piccoli gesti della vita quotidiana aiutino a riflettere su ciò che accade ogni giorno intorno a noi, al nostro rapporto con il mondo e con noi stessi, e di come la cucina possa essere una vera e propria metafora della vita.

Il grande manuale del pasticciere

Mélanie Dupuis
L’Ippocampo

manuale-del-pasticcere

L’Ippocampo è una casa editrice indipendente specializzata in libri illustrati di arte, design, cucina e lifestyle, che punta moltissimo sulla qualità e sulla cura delle proprie pubblicazioni, per questo ci ha sempre affascinato in modo particolare. Soprattutto per quanto riguarda la manualistica e i ricettari di cucina, ci sono alcuni libri di cui riusciamo ad innamorarci già solo guardandone la copertina. Uno di questi è un grande libro di quasi 300 pagine x 30 centimetri di altezza: “Il grande manuale del pasticciere”. Un libro bello da guardare, affascinante e che vi metterà subito voglia di comentarvi ai fornelli a comporre le opere d’arte che troverete in queste fotografie di Pierre Javelle, e nelle illustrazioni deliziose di Yannis Varoutsikos.
Questo è il primo volume di una collana enciclopedica dedicata sia a professionisti che ad appassionati. Spiga in modo pratico, preciso e mai noioso, tutti i passaggi e gli strumenti per ogni preparazione di pasticceria che possa passarvi per la testa. Dalle preparazioni di base ai dolci classici, a crostate, sfoglie e bignè… Le nostre ricette preferite del libro: La Charlotte al pistacchio e frutti rossi, il Fraisier, la Crostata alla vaniglia a e le Madeleine.

Collana “Prêt A Cuisinier”

Autori vari
L’Ippocampo

dessert-in-10-minuti-ippocampo

Continuiamo a parlare di libri belli ma introduciamo anche il libro bello e utile. Sempre la casa editrice L’Ippocampo (giuro che non è una ads, sono proprio i miei preferiti di sempre!), ha creato una collana super interessante chiamata Prêt A Cuisinier”, sicuramente l’avrete già notata in libreria. Si tratta di libri dal design similare ma con tematiche differenti, seppur accomunate da elementi simili quali: copertina bianca con fotografie iper colorate, poco testo, ma tante foto e tanta pratica! Questi sono libri che aiutano a risolvere piccoli “problemi”. Quale esempio? “Ho voglia di dolce ma in casa non ho niente di pronto, non mi va’ di mettermi ai fornelli ed ho poco tempo”. OK! “Dessert in 10 minuti è il volume in cui troverete l’idea perfetta per voglie improvvise di dolce, ma anche per gli amici che si presentano a cena all’improvviso e tu hai pochi ingredienti sparsi qua e là nel frigo e non sai come metterli insieme. Ma non si parla solo di dolci! “Cereali nel piatto” è un volume di super ispirazione, soprattutto quando arriva la stagione più calda e si ha sempre più voglia di piatti freschi, bilanciati e… super colorati! Questo libro aiuta a preparare piatti appaganti per la vista che siano completi dal punto di vista nutrizionale. qui si trovano ottime idee per la schiscia settimanale!
I libri della collana sono davvero tanti e uno più geniale dell’altro. Presto li avremo tutti nella nostra foodie-libreria!
Ve ne segnaliamo altri super carini:
Piatti Yoga”, per apprendere l’importanza del cibo inteso come nutrimento di corpo e mente, rispetto di sé e del pianeta; “Tartine e crostini”: dove troverete idee geniali per l’aperitivo; “Lunch Box”: una collezione di schiscette pratiche, belle e buone per i vostri pranzetti veloci, senza rinunciare al gusto. 

Scandikitchen Dolci Hygge

Brontë Aurell
Luxury Books

Hygge: un concetto difficile da tradurre con una sola parola in italiano. Forse parleremmo di intimità, calore, benessere godendo delle cose semplici. Non pensate lo stesso quando avvicinate la forchetta alla bocca con un pezzo del vostro dolce preferito? Questo libro è dedicato a tutti voi che percepite questa sensazione. Non potete non averlo nella vostra food-library!
Non c’è niente di più bello che godersi una dolce pausa immersi tra le pagine e tra le fotografie in perfetto stile scandinavo di questo libro. Un libro che parla anche della nostalgia di Brontë e Jonas della propria terra che, trapiantati a Londra, hanno aperto questo splendido caffè di ispirazione nordica, per poter fuggire dalla frenesia del West End e ritrovare un po’ di hygge offrendolo ai loro clienti in un contesto super accogliente. Un paio di pagine introduttive ci aprono le porte della dispensa scandinava illustrando gli ingredienti che verranno utilizzati nelle ricette: cannella, cardamomo, zenzero, zafferano, frutti rossi, scorza d’arancia, fino a carvi e lingonberries ( non avrete idea di cosa siano, ma i norvegesi in casa ne hanno sempre grandi scorte!). Ad accompagnare, tante farine grezze, dalla segale al farro, ai fiocchi d’avena.  Il libro parte dalle basi della cucina del nord proponendo la ricetta della pasta danese, il marzapane, la layer cake, fino alle ricette vere e proprie di dolci, alternati a pagine con fotografie di bellissimi paesaggi o momenti, descritte da pensieri in super-hygge-style. Un libro adatto a ogni stagione proprio perché non c’è stagione in cui possiamo rinunciare al nostro momento “fika” (pausa caffè).

Kitchen Confidential

Anthony Bourdain

Bello e dannato. Anthony Bourdain, il cuoco che da New York, stanco dell’alta cucina e degli orrori che si celavano dietro di essa, si è messo a girare il mondo rivoluzionando per sempre il modo di viaggiare di qualsiasi foodie. In Kitchen Confidential, pubblicato 20 anni fa, Bourdain racconta in tono violento e crudo, ciò che ha vissuto in prima persona nelle cucine newyorkesi degli anni ’90. Tra droghe, alcol, piatti riscaldati e diseguaglianze sociali, Bourdain spoglia l’alta cucina dai suoi abiti eleganti e fini per mostrare al mondo cosa si cela sotto di essi. Accusato dai suoi colleghi per aver mostrato ciò che dalle cucine non dovrebbe mai trapelare, con Kitchen Confidential, la sua biografia più profonda, Bourdain offre un boccone ( amaro) che chiunque entri in contatto con questa realtà dovrebbe assaporare.

Kitchen-Confidential-Bourdain

Il Dilemma dell’onnivoro

Michael Pollan

Feuerbach diceva “siamo quello che mangiamo”, Pollan ci spiega cosa vuol dire. In un saggio avvincente, semplice e soprattutto didattico, ci vengono svelati tutti gli arcani di un sistema alimentare spesso contraddittorio. Cambiare le nostre abitudini a tavola può essere il primo passo verso un domani migliore e se ancora non ne siete del tutto sicuri, lasciate che siano le idee, le supposizioni e i ragionamenti del giornalista statunitense a convincervi.

Champagne, Vignaioli e Vini | Vini Naturali

Samuel Cogliati

Più che il libro qui consigliamo un autore.

Samuel Cogliati, scrittore, giornalista e divulgatore, semplicemente adora i vini naturali e ne scrive nel modo più spontaneo e sincero possibile

Che vogliate avvicinarvi al mondo del vino o che vogliate approfondirne la conoscenza, scegliete uno degli scritti di Cogliati e non sbaglierete. Biologico, biodinamico e naturale saranno musica per le vostre orecchie e potrete azzittire i più hipster sull’argomento. Oppure se state programmando il prossimo viaggio nelle campagne nord orientali della Francia non potete farvi scappare la Bibbia sullo Champagne.

libri-vini-naturali

Questo articolo è stato scritto con amore (e pancia) dalle foodies delle Strade. Se avete voglia di fare una scorpacciata, oltre che di libri, anche di film in tema cibo, vi abbiamo preparato un’altra lista infallibile proprio qui.


Images © 2020 Valentina Brancaleon, Sara Rosellini ed Elena Straccamore