Menu & Search
Pepe Melograno | Pensieri forgiati a mano

Pepe Melograno | Pensieri forgiati a mano

Di Genova, si sarà capito, adoro particolarmente quelle realtà difficili da trovare con una passeggiata sommaria e distratta. Tra discutibili ulteriori supermercati e improbabili progetti di riqualificazione, c’è ancora chi coltiva il sogno di un eterno rigoglioso alto artigianato locale. Oggi vi parlo di Daniela, della sua sete di conoscenza e dei suoi gioielli unici.

Pepe Melograno
Mura del Molo 38r Genova

Lu – Sa |su appuntamento
Prezzo 75 – 200€

Sito
| Instagram
| Instagram

Grazie ad altre due speciali realtà nostrane come Rachele Pozzar e Goji Design, ho conosciuto Daniela Corrias, in arte Pepe Melograno. Nella nostra città infatti funziona ancora il “passaparola”, sano mezzo di comunicazione grazie al quale scopri persone e luoghi che non hanno magari immediatamente il tempo di spopolare sui social network…e questa è una caratteristica comune dei piccolissimi artigiani, intenti a ideare, progettare, realizzare le loro opere totalmente in autonomia, da mattino a sera.

Daniela è architetto, ma andando alla ricerca di un rapporto 1 a 1 con un maestro, ha imparato in bottega il mestiere di orafa.

“è un percorso non sempre semplice ma mosso da grande passione e che mi porta ad una continua scoperta di tecniche, idee e relazioni. Non potrei immaginare di meglio per me, essendo assetata di continua ricerca e conoscenza”

Nell’ultimo anno, complice il retaggio per cui in architettura teoria e pratica vanno a braccetto, Daniela sta realizzando collezioni basate su una profonda ricerca, come ad esempio quella – splendida – dedicata alle donne nel mondo: un lavoro legato all’espressione della femminilità e anche alla sofferenza che può esserci dietro la bellezza.

Le donne nel mondo


Tutto è nato da una ricerca a cui tengo molto sull’antiviolenza, sviluppata e successivamente portata nelle scuole qualche anno fa. Analizza i modelli educativi di bambini e bambine come giocattoli, cartoni, favole.. con cui si relazionano fin dalla primissima età ed attraverso i quali sono cresciute diverse generazioni. Espandendo l’analisi al mondo circostante ho riscoperto come la bellezza femminile sia diversamente concepita e affrontata in ogni paese”.

Mi sono innamorata della collana rigida ispirata alla Venere di Willendorf: la nostra Carol, che ringrazio per queste foto meravigliose, mi ricorda che a quindici anni avrei voluto tatuarmela… decisamente meglio indossarla grazie a Pepe Melograno!

Oru-kami

Poi c’è una collezione interamente dedicata agli origami giapponesi. Qui potete ammirare la classica Gru, simbolo di luce e felicità, che se donata rappresenta fortuna e prosperità.


L’originalità di questi gioielli sta nella loro realizzazione: viene creato in carta secondo la tecnica dell’origami e, successivamente, fuso in argento 925. A seguito della fusione, rimangono visibili le pieghe della carta e questo doppio passaggio rende ogni pezzo unico.
Strettamente legati alla filosofia zen, la realizzazione degli origami è caratterizzata dall’astrazione, dall’essenzialità delle pieghe, ma soprattutto è importante l’armonia dei gesti nel crearli.

I nidi

Faccio una piccola anticipazione sulla collezione dedicata ai nidi, intesi appunto come rifugio. La collezione è ancora in divenire ed il richiamo alla formazione da architetto è lapalissiano, ma ciò che più mi colpisce credo sia il significato intrinseco: l’importanza di sentirsi al sicuro, di avere un posto da condividere con i propri cari, in cui potersi “spogliare”. Quando Daniela mi ha parlato di questo progetto, nato anche dall’esperienza di “costruzione in terra cruda” vissuta in Etiopia, ho pensato subito alla frase di una canzone bellissima, che dice “devo avere una casa per andare in giro per il mondo”, racchiudendo quindi in sé l’importanza di un nido – in cui accudire, far nascere, crescere, nutrirsi – e la libertà di poter scegliere come e dove costruire il proprio, migrando gli esseri umani così come gli uccelli migratori.

Blòm

E adesso non posso che parlarvi del grande progetto Blòm, di cui vi ho segnalato nei contatti la pagina Instagram dedicata. Blom è un progetto di Daniela e Carola, sua compagna di banco al liceo, anche lei architetto, nonché ballerina e disegnatrice.

I gioielli di questa collezione hanno come tema centrale i fiori, emblema di gioia e felicità. Sono fiori veri, che Carola si occupa di raccogliere ed essiccare. Questi vengono ricoperti da una resina trasparente, incastonata in un sottile profilo in argento, infine lucidati.

Ciondoli, orecchini, bracciali, anelli… possono essere realizzati anche su ordinazione, con i fiori preferiti. Ci sono poi spose che scelgono di donare a damigelle o testimoni ricordi del proprio bouquet in eterni ed eleganti braccialetti.

Magari voi state custodendo da anni fiori tra le pagine di un libro e potreste invece portarli con voi, sempre.

E allora, come vi anticipavo prima, in cima all’articolo potete trovare tutti i contatti per andare a curiosare nel laboratorio di Mura del Molo e scegliere la vostra opera Pepe Melograno, il vostro pensiero forgiato a mano.


All images © 2021 Carola Pisano