Menu & Search
Pescheria Gallina – Verso San Salvario e oltre

Pescheria Gallina – Verso San Salvario e oltre

La sentite anche voi nell’aria questa nostalgia d’estate? Il profumo del mare, il rumore delle onde che sbattono contro gli scogli, l’odore di spaghetti ai frutti di mare che proviene dalle cucine dei ristoranti sul lungomare? Se la risposta è sì, ma le code sulla Torino-Savona frenano i vostri istinti da lupi di mare, no panic la soluzione è in quest’articolo.

Ma tranquilli nessun tuffo nel Po e nelle sue acque “cristalline” sarà necessario per sopperire a questa voglia di salsedine, ma un bel pranzo alla Pescheria Gallina invece sì! Voi direte si ok, conosciamo tutti Gallina è un’istituzione del mercato di Porta Palazzo e fin qua non ci piove, ma se io vi dicessi che esiste un Gallina Bis? Che anche tra le vie di San Salvario si scorge l’inconfondibile insegna grigia e azzurra?

Pescheria Gallina

Via Baretti 25, 10125 Torino TO


Mar – Sab 12-15 19-22
Dom 12-15
Lun chiuso

Website | Instagram

Una formula vincente

Ma iniziamo per gradi, anzi questa volta voglio fare come Alessandro Borghese e quindi andiamo per categorie.

Location: voto 10 (da pronunciare necessariamente diesci se no non vale). Soffitti con volte in mattoni, tavoli e sedie in legno, cucina a vista e via, un mix perfetto per farti viaggiare con la mente direttamente in qualche chiringuito sulle spiagge della riviera di Ponente. 

Menù: voto 11, si può?

La formula replica quella di Porta Palazzo piatto + bicchiere di vino + acqua + focaccia. Il menù è scritto sulla lavagna e cambia quotidianamente in base al pescato del giorno e nelle proposte si trova sempre un primo, un secondo e l’immancabile fritto.

A questo punto direi che una piccola parentesi sul fritto è d’obbligo. Partiamo prima però da una semplice domanda: esiste qualcosa di più buono del fritto misto di pesce? Anzi mi correggo, esiste qualcosa di più buono del fritto misto di Gallina? Direi assolutamente no. 

È leggero, salato al punto giusto, da mangiare rigorosamente con le mani!

Noi oltre al fritto abbiamo placato la nostra voglia di mare con un bel piatto di pesce san Pietro e degli spaghetti con la lampuga, un pesce di cui ignoravamo beatamente l’esistenza ma di cui sicuramente ci ricorderemo da ora in poi per quanto era buono! A completare il tutto una focaccina bona, bella unta come piace a noi e un bicchiere di vinello bianco che si sa col pesce sta sempre bene.

Non si può però concludere l’articolo senza menzionare la signora Dora, anima pulsante della Pescheria Gallina con un’energia pazzesca che ci ha accolti e fatti sentire a casa dal momento in cui abbiamo messo piede dentro il locale.

In fondo un po’ sapevamo già che vendendo a pranzo qui andavamo a colpo sicuro, ma diciamo che è stata per noi un’ulteriore conferma che grazie a Beppe Gallina il mare non è poi così distante da Torino.


All images @ 2022 Filippo Racanella

Ti piacciono le foto e vorresti usarle per raccontare la tua attività? Clicca qui e scopri come!