Menu & Search
Da Capo – un progetto che respira futuro

Da Capo – un progetto che respira futuro

Inizialmente ciò che mi appare davanti è una piazza accogliente, un ecosistema di negozi che in quelle mura hanno costruito la storia e i sogni di più di una generazione. C’è il sole.
Elisabetta e Simona mi aprono le porte di una realtà che inizialmente sembra un luogo in cui acquistare abiti vintage, in realtà è molto di più. benvenuti da :


“da Capo – vestiamoci di nuovo”

Da Capo- vestiamoci di nuovo
Via della Consolata 8/D

Ma – Sa |10 – 19
Instagram

La bandera del ricamo e della seconda possibilità

La bandera è un tipo di ricamo a punti liberi utilizzato molto spesso nel piemonte del XVIII secolo.

Da Capo è un progetto di economia generativa, nata dall’idea della Cooperativa sociale Giuliano Accomazzi. L’intento è quello di affiancare un ricircolo di abiti usati, insieme a un percorso di inserimento lavorativo riservato a donne in condizione di fragilità.

Elisabetta e Simona mi raccontano la loro visione del piano, l’impegno che ogni giorno mettono nell’organizzare gli abiti, la sezione di sartoria, si perché non ve l’ho ancora detto, ma all’interno del negozio è possibile effettuare piccole riparazioni o arrangiamenti.

Il coraggio di poter scegliere

In quegli occhi ci vedo voglia di fare, coraggio e tanta determinazione. Non basta decidersi di fare qualcosa per ottenere risultati, ci vuole un grande impegno e la costanza di non voltarsi mai indietro. Guardare sempre avanti e scegliere che la via che si è intrapresa è quella giusta. Sempre.

Considero una fortuna l’opportunità di crescere con progetti del genere nella mia città, Torino, perché avere sempre uno spazio che ti tenga la mano è il primo passo verso una società meno individualista e più inclusiva.

Un posto in cui sentirsi liberi di essere se stessi

Se le chiedo come si vede tra dieci anni, la sua risposta è: “non so dirlo con sicurezza, ma spero che riusciremo ad aiutare più persone possibili. Tutti hanno diritto ad una seconda possibilità”.

Da Capo non si ferma esclusivamente a uno store, diventa un vero e proprio punto di riferimento di un movimento positivo. I clienti contribuiscono con la donazione di abiti, propongono nuove idee e diventano ambasciatori del Brand.

Un brand che non vede difetti ma solo diversità, quella positiva, stimolante.

Un motivo in più per contribuire all’evoluzione di questo progetto è la presenza di uno spazio di aggregazione. Un posto in cui sentirsi liberi di sbagliare, imparare, migliorarsi, senza il giudizio di nessuno.

Se cadi hai qualcuno che ti prende al volo?

Camminando tra quei corridoi, contornata da vestiti della mia giovinezza, ho visto la fortuna di una ragazza che non è mai caduta per terra senza nessuno che la sollevasse. Questo è un regalo che non tutti hanno e che molto facilmente ci dimentichiamo.

Da capo mi ha trasmesso un sorriso sincero. Insieme ad un fantastico scrunchie che adesso mi tiene i capelli fermi in una bella coda alta.

Per i più curiosi: Da Capo è il progetto vincitore del Bando di Città di Torino PON METRO ASSE 3 MISURA 3.3.1 A ed è co-finanziato dall’Unione Europea – Fondo Sociale Europeo, nell’ambito del Programma operativo Città Metropolitane 2014 – 2020.

Il negozio si trova nel quadrilatero romano, un quartiere storico di Torino, se non sapete cosa fare una volta usciti vi consiglio io un paio di cose qui.


All images © 2021 Fabio Rovere

Ti piacciono le foto e vorresti usarle per raccontare il tuo locale? Clicca qui e scopri come!