Menu & Search
Delizie Andrè: ecco l’orto più bello fuori Torino

Delizie Andrè: ecco l’orto più bello fuori Torino

Abbiamo tutti bisogno di cicoria. E di mirtilli freschi, montagne di mirtilli. E di pomodori che puoi staccarli dalla pianta e mangiarli subito, che l’unica cosa a cui devi fare attenzione è di non macchiarti la maglia con la polpa. Abbiamo tutti bisogno di fragole rosse e zucche tonde, di insalatina riccia e peperoni. E di marmellate fatte di zucchero e frutta, anzi di zucchero, frutta e molta inventiva. Tipo la marmellata di pesche con la lavanda. O la crema di pere e cacao. Campi di primavera e pomeriggi d’inverno condensati in un vasetto. Tutto fatto dalle stesse mani, quelle di una super eroina della terra, una donna di quelle belle e forti, con le dita gentili e il corpo tutto il giorno nella serra e nel prato. Lei si chiama Andreina e il suo orto vicino Torino è uno dei posti segreti del mio cuore. Se vi avvicinate vi spiego come ci si arriva e perché è una meraviglia stare lì. Fra le colline di Sciolze, nella luce calda di Luglio, benvenuti all’Azienda Agricola Delizie Andrè, nelle strade più ortolane di Torino.

Azienda Agricola Delizie Andrè
località Tetti Alassio| Sciolze (TORINO)


Gio e Sab | 18:00 – 20:00 e su appuntamento, telefonando al 333 9232485

Facebook

Andreina: una storia di cicoria, pesche e amore

Ho conosciuto Andreina prima ancora di vederla. Praticamente, da Sciolze e dintorni, se citi per caso storie di frutta o verdura, tutti ti parlano di lei. I suoi barattoli giganti, zeppi di conserve reali per la giardiniera, la precedono in fama e golosità. Le sue marmellate di pesche sono famose in tutta la vallata.

Se poi sei romana come me e scopri che lei, solo lei nel circondario, ha la vera cicoria di Roma, la voglia di andarla a conoscere si trasforma in legge verso le tue origini. Devi farlo. A Roma la cicoria è una religione. E il mio soprannome è cicoria nel cuore. Quella amarissima, da ripassare in padella con uno spicchio d’aglio e un po’ di peperoncino. Roba speciale.

Il regno delle delizie a km0

Spinta da questo dovere gastronomico ancestrale, arrivo da Andreina e la prima cosa che scopro è che lei è, letteralmente, una forza della natura. Una bella signora mora, col vestito rosso e lo sguardo acceso, fiera del suo lavoro e della sua squadra: i tre figli, due maschi e una fanciulla, di cui uno, Paolo, sempre sul pezzo e nell’orto con lei. E gli altri sempre pronti a dare una mano.

Superato il cancello, cerco di non farmi sedurre troppo da Toby, il canuccio che mi fa le feste, ma mi innamoro comunque svariate volte. L’orto-casa di Andreina è una meraviglia. In una stradina nascosta fra i prati, a 30 minuti da Torino, ci trovo serre e terra aperta, fiori, farfalle, galline, capre, gatti e un piccolo laboratorio tuttofare. Praticamente la fabbrica delle delizie. Quelle che crescono fra le erbacce senza l’ombra di insetticidi, e puoi mangiarle senza pensieri. E quelle che nascono invece da un’idea. Originale, coraggiosa, decisa. Perché Andreina da anni questo è e questo fa. Prende la frutta dagli alberi, la verdura dall’orto, e le vende a km0, nei mercati di zona o direttamente nel suo giardino.

orto fuori Torino

Oppure la trasforma in altro. Un chutney delicato al curry. Un pesto goloso di spinaci. La marmellata pregiata di mirtilli. La salsa speziata, ma poco. Le caramelle, vero cult di Delizie Andrè. I sapori semplici della passata di pomodoro o quelli sfiziosi che raccontano storie di zenzero o rosmarino. Mescolati, provati, assaggiati, dosati con cura, senza mai esagerare con odori ed erbe, fino a trovare la ricetta perfetta. E come si capisce che lo sia? Perchè la gente l’assaggia, l’adora e te ne chiede di più. Compresa la sottoscritta.

orto fuori Torino
orto fuori Torino
orto fuori Torino

Quando nasci per prati non puoi più nasconderti

E infatti. Durata del mio vasetto di marmellata di pesche e lavanda: 5 giorni. Quella al limone è finita pure prima. Era come spalmare sul pane l’estate, i campi di lucciole, le tue origini. Se sei cresciuta giocando per prati, i prati ti restano addosso. E riconosci con una certa facilità chi, come te, è vittima di quello stesso amore. Andreina ha preso questo amore e l’ha conservato assieme ai peperoni. Tenuto così bene è diventato il suo lavoro e la storia di tutta la sua famiglia. L’ingrediente segreto, nelle ricette, è spesso quello che cambia tutto. Frutta, verdura e quel modo di sorridere e resistere, che se finisce nella marmellata, la rende magia.

Non perdetevi tutti gli altri articoli sul Monferrato!


All images © 2019 Fabio Rovere