Menu & Search
Fabrizio Gisonni, tra macelleria e gastronomia, là al di fuori del centro

Fabrizio Gisonni, tra macelleria e gastronomia, là al di fuori del centro

Abbiamo un vizio, lo riconosciamo, qui su Le Strade di Torino, ci piace il centro, ci piacciono le vie della Movida (anche se ogni tanto non abbiamo più l’età), ci piacciono le vetrine posh, i giardini fioriti, il liberty e tante altre carinerie, lo sappiamo, lo sapete, ne scriviamo, ne leggete; questo ogni tanto ci allontana da altre dimensioni, magari maggiormente periferiche, e soprattutto ci preclude la possibilità di conoscere storie, realtà imprenditoriali e persone che amano cioè che fanno e sono felici di raccontare i loro progetti e le loro idee.
Ogni tanto però usciamo da quella nostra comfort zone, ci spingiamo un po’ fuori, ci siamo ripromessi di farlo sempre di più, e questo ci porta magari a trovarci davanti a una vetrina di un’attività, entrarci e sorprenderci esclamando “sembra un’attività del centro!”.
Abbiamo scoperto così la Gastronomia e Macelleria di Fabrizio Gisonni e ci siamo fermati a parlare con lui.

Macelleria Fabrizio Gisonni – Carni e Salumi
Via Monte Rosa 69| Torino

Sito | Facebook | Instagram
Ordina On-line

L’idea oltre la geografia cittadina

Fabrizio è un entusiasta, una di quelle persone che ti accorgi subito che crede in quello che fa, che ci mette impegno e che da anni lavora con una visione chiara, è una di quelle persone che ha la capacità di farti appassionare a ciò che racconta, in questo caso ci parla della sua attività; a 17 anni inizia l’esperienza professionale a Porta Palazzo, da solo, piazza difficile ma che gli insegna il mestiere, nel 2002 la prima macelleria in Corso Racconigi con il fratello, nel 2009 apre quella che era la sua visione imprenditoriale, non tanto una semplice macelleria quanto una boutique di eccellenze gastronomiche.

Oggi l’attività a marchio Fabrizio Gisonni si trova in Via Monte Rosa, alle porte di Barriera di Milano, zona tanto affascinante quanto respingente, problematica sotto alcuni punti di vista, ma ricca di contaminazione e tradizione, sia essa italiana che internazionale.
Qui Fabrizio ha aperto la sua gastronomia e macelleria, scommettendo su una zona in forte sviluppo e dalle grandi possibilità, e lo ha fatto con una giusta dose di timore ponendosi la domanda se “forse non sarò troppo fuori dal centro” ma anche con una necessaria dose di coraggio. Il tempo gli ha dato ragione, la proposta è stata capita e la clientela fidelizzata.
L’andirivieni di persone è continuo e Fabrizio mi racconta che molti dei suoi clienti vengono da lui partendo proprio dal centro.

Filiera, consapevolezza e attenzione

Il focus della proposta qui è ovviamente sulle carni, e qui qualcuno potrebbe storcere il naso però noi su Le Strade ci teniamo a parlare di realtà che fanno le cose per bene non che fanno solo le cose Veg; qui da Fabrizio Gisonni il presidio COALVI è di casa, la filiera è corta, le carni vengono acquistate direttamente dal produttore, lavorate con cura, limitati gli sprechi e si invita la clientela a un consumo consapevole del prodotto invitando al rispetto per la materia. Fondamentale in questo genere di attività quello di conoscere la propria clientela e riuscire così a decifrare correttamente in flussi che portano ad avere un prodotto sempre fresco e azzerare le rimanenze al termine del ciclo di vita della carne. Fabrizio l’ha imparato in anni d’esperienza e oggi lo mette in pratica nel suo punto vendita.

Altro punto focale è certamente la varietà di prodotto, dai tagli convenzionali fino ad arrivare alle lavorazioni più artigianali, il banco vetrina è lungo e ricco e, miracolo dei miracoli, Fabrizio è riuscito a farci gradire la sua proposta di finger sushi di carne, missione fallita da diversi ristoranti della city.

Oltre la carne c’è di più

Come detto in principio, parlare di Macelleria non è solo riduttivo, ma rischia proprio di relegare l’attività di Fabrizio Gisonni a una sfera di proposta che non rispecchia la realtà, qui la carne viene affiancata da una proposta di Gastronomia e prodotti caseari che rendono il punto vendita un piccolo mercato al chiuso dove trovare diverse soluzioni per riempire prima la tavola e poi lo stomaco.

Sandra, compagna di vita e di lavoro di Fabrizio, è sempre all’opera e in fermento per ampliare una proposta di fresco o ready to cook che abbraccia tutti i gusti, preferenze alimentari e piatti della tradizione regionali.

La cosa che mi colpisce, parlando con Fabrizio, è la visione aziendale in un settore in continuo cambiamento e il completo abbandono del concetto del “abbiamo sempre fatto così”, trovare un esperto macellaio che accetta di buon grado di ridurre lo spazio destinato alla carne in favore di proposte vegetariane non è facile, per alcuni può essere un colpo al cuore, qui viene chiamata con il suo nome “cambiamento delle abitudini alimentari”.

Ma l’adattabilità al mercato sembra essere una caratteristica amica a Fabrizio Gisonni che, durante la pandemia, decide di investire in uno strumento che lo aiuti ad avvicinarsi ai suoi clienti e che lo agevoli nella proposta, da qui il progetto di una Web-app dedicata che in principio nasceva dall’esigenza obbligata di vendere, ma che oggi si trasforma in strumento utile per accorciare le distanze tra i clienti e la zona semi-periferica dove si trova il punto vendita.

Attraverso l’app è possibile visionare i prodotti continuativi presenti in negozio e anche quelli che cambiano con maggiore frequenza e farli recapitare a casa propria.
Servizio che si va ad affiancare a quello per la creazione di catering per eventi privati o aziendali e quello della possibilità di fare una spesa a 360° grazie anche alla varia offerta di vini, birre, condimenti e chi più ne ha più ne metta.

Conosciuta questa realtà ci siamo interrogati su cosa ci sia aldilà della nostra comfort zone e ci siamo risposti scoprendo il segreto di pulcinella cioè che lì fuori ci sono un sacco di realtà che per qualche loro peculiarità valgono la pena di essere raccontate, anche quelle che possono sembrare magari meno fancy, ma raccontano una storia di impegno e passione nel proprio lavoro oltre che una particolare visione del mercato.

E noi siamo pronti per scoprirle e raccontarle.
Anche e soprattutto fuori dal centro.
Suona come una minaccia, lo so, sorry.
Ma è una cosa bella.


All images © 2022 Fabio Rovere

Ti piacciono le foto e vorresti usarle per raccontare la tua attività? Clicca qui e scopri come!