Menu & Search
Una giornata a Grande Inverno, prendendo il treno. Benvenuti al Forte di Bard

Una giornata a Grande Inverno, prendendo il treno. Benvenuti al Forte di Bard

Un viaggio andata e ritorno in una delle valli più suggestive della Valle d’Aosta. Armatevi di giacca protettiva, cappellino anti vento e occhiali da sole (che poi servono sempre), zaino in spalla e si corre in stazione. Perché? è facile, potete viaggiare senza pensieri e non preoccuparvi del parcheggio. Meta finale: il Forte di Bard.

Forte di Bard
Via Vittorio Emanuele II, 85 | Bard AO

Ma – Ve | 10 – 18
Sa – Do | 10 – 19
Lu | Chiuso

Sito | Instagram | Facebook

Indietro nel tempo o nel futuro perché ci hanno combattuto anche gli Avengers

Nel 1800 Napoleone ne fece il teatro di un lungo storico assedio; nei ricordi del giovane Stendhal, che dell’Armée di Napoleone aveva fatto parte, è luogo del suo battesimo del fuoco; Camillo Benso Conte di Cavour vi soggiornò durante la giovinezza, prima di decidere di abbandonare la carriera militare per quella politica. Gli Avengers lo hanno distrutto (potrei non ricordare correttamente) scoprendo essere la sede dell’ Hydra. gli acerrimi nemici dei giusti. e quindi ovvio che lo eliminiamo.

Il borgo è considerato uno dei 20 più belli d’italia, perfetto per rinfrescarsi d’estate all’ombra del bar di fronte al forte con una bella birra ghiacciata in mano o per una passeggiata contemplativa nell’atmosfera caratteristica della montagna valdostana.

Il percorso lungo la via principale – sotto cui scorre in parte, l’antico canale della Furiana, realizzato dai Romani e ancora oggi in uso – conserva pregevoli edifici residenziali del XV-XVI secolo, alcuni dei quali restaurati e oggi sedi di attività commerciali – costruiti sugli antichi muri romani, ancora visibili in alcune cantine.

Al Forte di Bard ci sono un sacco di salite, ma ne vale la pena

Conosciuto come una delle più famose opere di sbarramento di primo Ottocento, al suo interno sono visibili diversi musei e mostre periodiche in cima al forte. i piani di scoperta sono su più livelli, per questo è possibile acquistare anche il biglietto esclusivamente riferito alla cima del forte. 

Se siete più per il panorama e per una passeggiatina ripida è quello che vi consigliamo.

Le Prigioni costituiscono uno dei luoghi di maggior fascino del Forte. Ospitano 24 celle, tutte di dimensioni molto ridotte, circa 1,3 x 2 metri, disposte lungo quattro sezioni. Meta necessaria nei mesi più afosi può risultare efficace tra una mostra e l’altra, così da assaporare un po’ di storia e il lavoro si restauro fatto tra il ’96 e il ’06.

Note dal Cammino Balteo: buono a sapersi, me lo appunto

Dal 16 al 25 aprile 2022, i territori di Arnad, Bard, Donnas, Lillianes, Perloz e Pontboset saranno protagonisti di Note dal Cammino Balteo. Cioè?? Sei tappe proposte su due fine settimana lunghi, che associano un cartellone musicale di grandi interpreti internazionali e artisti locali ad aperture straordinarie di siti e visite guidate. Si può partecipare ad una sola tappa, a due o all’intero week-end: la proposta è personalizzabile.

L’appuntamento a Bard (percorrendo la tappa 23) è duplice ed è fissato per lunedì 25 aprile.

. alle ore 11.30 per le strade del Borgo l’irresistibile verve comico teatrale della Bandakadabra, street band con oltre 400 apparizioni nei teatri e nei festival di strada di tutta Europa.

. alle ore 16.00 sulla Piazza d’Armi del Forte (ingresso alla fortezza, 8 euro) concerto del compositore e violoncellista Giovanni Sollima, l’autore italiano vivente più eseguito al mondo, insieme al violinista Federico Guglielmo e Il Pomo D’Oro, in una originale proposta che si articola nell’alternanza di pagine di Antonio Vivaldi con altre dello stesso compositore siciliano.

Vi lasciamo qui maggiori dettagli: balteus.lovevda.it

Tutto questo scoprire vi ha fatto venire fame? Tranquilli abbiamo la soluzione: anzi, molteplici

Se non avete paura di attendere Casa Ciuca è il vostro posto. Pochi tavoli, animo tradizionale ed esperienza fuori dal solito ristorante. Una gita come si deve. Noi ovviamente non abbiamo trovato posto, ma di stare senza mangiare non se ne parla e quindi eccoci pronti e seduti al Cafè Bistrot Ad-Gallias. Un luogo storico già dal nome in cui sedersi a riacquistare le forze dopo la scalata (si fa per dire). Ottimi i taglieri e gli gnocchi hanno un animo ruspante, andate sul sicuro.

Lasciati ispirare

Se il Forte di Bard è già stato spuntato dalla vostra lista, no problem! Abbiamo altre mete per gite in giornata e nei weekend, la difficoltà sarà scegliere. Lasciati ispirare cliccando qui.


All images © 2022 Arianna Cristiano

Ti piacciono le foto e vorresti usarle per raccontare la tua attività? Clicca qui e scopri come!